Stemma di Brugnato

Brugnato

In provincia di La Spezia
Bandiera Arancione 2016


 

Info Brugnato

BREVE STORIA DI BRUGNATO. Brugnato sorge attorno al nucleo dell'antica abbazia di San Colombano. Il complesso abbaziale fu fondato verosimilmente alla fine del VII secolo, subito dopo la conquista della Liguria da parte di Rotari, re dei Longobardi, nel 644. I re Longobardi Liutprando, Rachis, Astolfo e Desiderio favorirono i monaci brugnatesi con ripetute donazioni. Nel 1133, il pontefice Innocenzo II, elevò Brugnato a dignità di diocesi, suffraganea di Genova. La piccola città da sempre protetta dalla Repubblica di Genova, fu oggetto di contesa tra le nobili famiglie dei Malaspina e dei Fieschi che volevano insediarsi nel territorio. Nel 1820 per decreto pontificio la diocesi di Brugnato venne unita a quella di Luni-Sarzana fino al 1929 quando la sede vescovile passò la La Spezia prendendo la denominazione di "Diocesi della Spezia, Sarzana e Brugnato".

BRUGNATO, DINTORNI, NATURA E SPORT. Percorrendo l'antico borgo dalla curiosa forma "a tenaglia", il cui fulcro è il complesso episcopale, si incontrano interessanti testimonianze del passato del paese, la cui edificazione compatta e serrata risponde ad un'esigenza difensiva, come provato da rinvenimento in Piazza Ildebrando di una cospicua porzione dell'antica cinta muraria della cittadella vescovile. Le uniche aperture del borgo erano le due antiche porte, ancora esistenti: "Porta Soprana", chiamata anche Maestra, ad occidente della città, in prossimità della quale è ancora visibile l'antico portale in arenaria della Cappella dei Santi Rocco e Caterina. Proseguendo il percorso si raggiunge l'antico centro della vita cittadina, la Piazza Maggiore, oggi Piazza Brosini, nelle cui immediate adiacenze si trovano varie tipologie di case con altana e di portali in pietra arenaria. Recenti campagne di scavo archeologico che hanno interessato la piazza, hanno portato in luce ulteriori resti dell'antica abbazia e un pozzo medievale che fa oggi bella mostra di sé nel lato sud della piazza. Proseguendo il percorso attraverso Via dell'Olivo si incontra il costituendo Museo dei Minerali, al pian terreno del quale è visibile un'area archeologica che conserva una colonnina di arenaria e imponenti murature relative all'antica abbazia. Brugnato, ricco di bellezze paesaggistiche, è lambito dal fiume Vara che oggo appartiene all'area protetta del Parco Fluviale Montemarcello-Magra. Il fiume Vara, per le sue peculiari caratteristiche idrogeologiche è uno dei pochi corsi d'acqua, in Liguria, con rapide che permettono di effettuare gare di canoa acrobatica, valide a livello nazionale, rafting e analoghe discipline, in un ambiente suggestivo e ricco di colore. L'unica frazione è Bozzolo, che fu un antico castellum dell'abbazia di Brugnato, posto sulla collina a difesa della piana brugnatese. Fu eretto grazie ad una convenzione del 1179 fra il vescovo di Brugnato e i Genovesi, i quali, per la sua costruzione, accordarono al vescovo di Brugnato trenta lire.

I MONUMENTI DI BRUGNATO. La chiesa cattedrale. La chiesa cattedrale, intitolata ai Santi Pietro, Lorenzo e Colombano, risale al XII secolo. L'edificio presenta uno schema planimetrico a due navate divise da pilastri colonniformi. Sulle pareti restano due pregevoli affreschi: un'immagine di Sant'Antonio Abate (XV secolo) e la presentazione di Gesù al Tempio (XVI secolo). Di rilevante importanza è il complesso archeologico della Cattedrale, fruibile al pubblico e dove è possibile vedere i resti dell'antica fondazione abbaziale (VI secolo). Il sito, per la sua rilevanza, fu tappa del VIII Congresso Nazionale di Archeologia Cristiana nel settembre 1998.
Il Palazzo Vescovile e il Museo Diocesano. Il Palazzo Vescovile, residenza dei vescovi dal 1133, è adiacente la Chiesa Cattedrale e fu costruito sul sito dell'antica abbazia di San Colombano. L'edificio nel corso dei secoli è stato più volte modificato con interventi volti ad ampliarlo e ad arricchirlo. Dal 2000 è sede del Museo Diocesano. L'edificio ospita al pianterreno la sezione archeologica, ai piani superiori la sezione diocesana, che conserva parte dell'antica dimora vescovile: il salone di rappresentanza, lo studio e la stanza da letto del vescovo e vari capolavori di arte genovese.
Oratorio di San Bernardo e Santuario di Nostra Signora dell'Ulivo. L'Oratorio di San Bernardo, ubicato all'inizio del borgo, sorse probabilmente in epoca abbaziale come luogo di preghiera per i viandanti ospitati nel vicino "peregrinario di Sant'Antonio", sito anticamente all'ultimo piano della casa adiacente. Oggi l'oratorio è sede dell'omonima confraternita. Il Santuario di Nostra Signora dell'Ulivo è situato su una verdeggiante collina a pochi km dal paese, ebbe origine da uno dei tanti oratori che i monaci dell'antichissima abbazia di Brugnato costruirono nei loro possedimenti per pregare e officiare nelle ore diurne. L'attuale costruzione sembra risalire al 1600.
Covento dei padri passionisti, ex convento francescano (sec.XVII). Fondato nel 1603, conserva nella chiesa un dipinto rappresentante Sant'Antonio da Padova e la Vergine, opera della scuola di Domenico Piola (XVIII sec.) e un dipinto raffigurante Cristo, San Francesco e le anime purganti di ignoto autore (XVII sec.). Nel 1843 convento e chiesa passarono ai chierici scalzi detti Passionisti, ordine fondato da San Paolo della Croce.
Il Ponte "Romano" (sec.XII). Antico ponte medievale sul fiume Vara, costituiva il collegamento tra l'Appennino e il mare, lungo la strada altomedievale che dal Pontremoli andava a Sestri Levante.
Il museo mineralogico "Ambrogio del Caldo". Il museo ospita una cernita di minerali provenienti dalla donazione del Prof.Ambrogio del Caldo e una sezione archeologica. La strutture museale è stata insignita del premio "Intraluoghi", Premio Nazionale di Architettura, edizione 2007/2008, come struttura che pur se realizzata con linguaggio moderno e tecnologia innovativa, evoca lo spirito del luogo e le tradizioni costruttive storiche proprie del territorio.

FESTE, SAGRE, FIERE, EVENTI E MANIFESTAZIONI A BRUGNATO. L'evento religioso e artisitico più noto è sicuramente l'Infiorata del Corpus Domini, che si ripete ogni anno nel giorno del Corpus Domini, nel centro storico con le vie ricoperte da un vasto tappeto floreale. Nei mesi di luglio e agosto ha luogo "Un borgo in festa", contenitore estivo di manifestazioni di genere vario. Non mancano le feste religiose nella Chiesa Cattedrale come la Festa di San Pasquale il 17 maggio, la Festa di San Pietro il 29 giugno e le Celebrazioni in onore di San Bernardo Abate il 20 agosto, quest'ultime con processione dei Cristi delle Confraternite e spettacolo pirotecnico. Il Santuario della Madonna dell'Olivo il Lunedì di Pasqua è meta di pellegrinaggio per tutti i Brugnesi. La settimana che precede questo giorno è dedicata alla pulizia del sentiero e delle piane che circondano la piccola chiesa in vista del pellegrinaggio che si svolge puntualmente ogni anno. Gli anziani raccontano che un tempo era una grande festa andare all'Olivo . I bimbi erano ansiosi che la notte della vigilia passasse veloce e non vedevano l'ora di incamminarsi verso il santuario appoggiandosi ai bastonetti, piccoli bastoni ricavati da rami di castagno che i papà o i ragazzi più grandi intagliavano con i coltellini. Le donne invece preparavano già la valigia di Pasqua i cibi da portare al Santuario per il pranzo di Pasquetta: la cima, la torta di riso, la gallina ripiena e il cavagnetto il tipico dolce pasquale brugnatese. Tutte queste leccornie venivano riposte in un grosso cesto e gustate dopo aver ascoltato la Santa Messa.
A Brugnato si svolgono, ogni anno, tre fiere nel centro storico del paese: La Fiera di San Lazzaro e sagra del canestrello la domenica delle Palme, la Fiera di San Pasquale la quarta domenica di maggio e la Fiera di Santa Lucia la seconda domenica di dicembre. Da non perdere gli appuntamenti con le sagre gastronomiche, per deliziare il palato di turisti e residenti: la Festa della Croce Azzurra il terzo week-end di luglio presso la sede della Croce Azzurra in Via Fornello, la Festa della birra a fine luglio/primi di agosto presso la loc. "Canàa de raze" vicino al casello autostradale; la Festa della castagna, la prima domenica di ottobre nel centro storico.

Ultimi eventi a Brugnato

Mercati/mercatini a Brugnato

  • Merci varie (2 banchi)
    Dove: Via Briniati
    Quando: Giovedì (orario: 07.30 / 13.00)
    Organizzatore: Comune tel. 0187 894110 - fax 0187 897098 - brugnatocom@libero.it

Visualizza mappa più grande
Link sponsorizzati
Foto di Brugnato
Brugnato - Foto panoramica
La piazza del paese
Il pozzo romano
La facciata della chiesa cattedrale
Il campanile
L'interno
Il rosone
Absidi
Colonna romana
Il museo diocesano con la piazzetta antistante
L'Oratorio San Bernardo
Il portale
L'interno dell'Oratorio
Il convento San Francesco con il ponte romano

 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza