Festival Camogli in musica

Concerto del 15 febbraio

venerdì 30 gennaio 2009

La Voce e lo Schermo: le canzoni più famose della storia del cinema, accompagnate dai filmati originali, per il Festival Camogli in Musica, domenica al Teatro S. Giuseppe. 

Il Festival Camogli in Musica, organizzato dal Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso, prevede, parallelamente al percorso tradizionale prettamente classico, un altro itinerario in cui la musica accompagna, caratterizza ed esalta l'immagine e l'azione: così è per il terzo appuntamento invernale, domenica 15 febbraio, dedicato alla la canzone da film, "La voce e lo schermo", una piccola storia del rapporto fra canzone, quindi voce, e cinema. Lo spettacolo, attraverso una serie di casi esemplari (da Tempi Moderni a Titanic, da My fair Lady a Casablanca, da West side story a C'era una volta il west, da Il Mago di Oz a Cabaret), con le canzoni più famose della storia del cinema, accompagnate dai filmati originali, ripercorre il legame forte e indissolubile che ha accompagnato l'intera evoluzione cinematografica. 

Uno dei migliori studiosi della musica applicata all'immagine, autore di musiche per teatro, cinema e televisione, raffinato pianista, Luigi Giachino, e la voce calda e piena di colori di Silvana Silbano, saranno i protagonisti del concerto. Diplomatasi a pieni voti al Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino con Elio Battaglia, Silvana Silbano si è perfezionata con Magda Olivero, Leyla Gencer e Maria Giovanna Canetti Vincitrice di numerosi concorsi (come il "Luciano Pavarotti Competition" di Filadelfia e il "Toti dal Monte" di Treviso), ha eseguito un repertorio assai vasto, dal '700 alla musica contemporanea, interpretando svariati ruoli in prestigiosi teatri, al fianco di artisti quali Luciano Pavarotti, Magda Olivero, Ghena Dimitrova, Leo Nucci, Katia Ricciarelli e Raina Kabaivanska.. Al suo attivo incisioni discografiche dal vivo di "Zaira" di V. Bellini, con Katia Ricciarelli, e di "Jenufa" di Janacek, edite rispettivamente da "Nuova Era" e "Fonè". È titolare della Cattedra di Canto presso il Conservatorio di Torino.

Luigi Giachino, diplomato in pianoforte e composizione con il massimo dei voti al Conservatorio di Torino con Maria Gachet e Gilberto Bosco, ha proseguito gli studi con Vincenzo Vitale e Giorgio Ferrari. Si è inoltre specializzato in composizione, arrangiamento e direzione d'orchestra di musica extracolta. Ha scritto lavori cameristici, sinfonici e lirici, eseguiti periodicamente. Fra i premi ottenuti, nel 1993 si è aggiudicato una borsa di studio della Direzione Generale SIAE per studiare con Carlo Savina e ne è diventato assistente in diversi corsi di musica filmica (Scuola di Musica di Fiesole, Conservatorio di Genova, AlassioLaboratorioMusica). E' autore di musica applicata per vari committenti fra cui RAIDUE, RAISAT, FIATauto, TorinoSpettacoli, Ministero dell'Ambiente, Giugiarodesign, RAITRE, Università di Torino. Regolarmente impegnato in concerti, masterclass e giurie di concorso, insegna all'Università di Torino ed è titolare della cattedra di Armonia, Contrappunto, Fuga e Composizione al Conservatorio di Torino. E' pubblicato da Curci, Nuova Fonit-Cetra, Casa Sonzogno, (Milano) Cartman (Torino), Il Foglio Letterario (Livorno), Fondazione "Gli Archivi del ‘900", Carocci e Gremese (Roma).

Lo spettacolo-concerto "La Voce e lo schermo" è stato inserito tra gli evento della settimana dedicata dal Comune di Camogli a San Valentino e ne costituisce la conclusione. Ricordiamo che si terrà al Teatro San Giuseppe di Ruta, alle 16.30 (orario studiato per essere ben servito dalle corriere da e per Camogli, Recco, Santa Margherita e Rapallo). Ricordiamo che al concerto si aggiunge il momento conviviale dell'aperitivo, realizzato grazie alla collaborazione delle Focaccerie di Camogli e dell'Ascot, e delle riuscitissime cene dopo concerto con la partecipazione del Bar Nicco, del Ristorante Pizzeria Pizzo e della Taverna del Duca, che permettono al pubblico anche un momento di incontro sociale e di approfondimento, per la possibilità di condividerlo con i musicisti e gli organizzatori.L'ingresso è di € 12 l'intero e 8 il ridotto (per Soci GPM e giovani).

INFO: 0185-771159  -  0185-770703  -  338-6026821 -  web: www.gpmusica.info



Il programma dettagliato

Domenica 15 febbraio - ore 16.30 

SILVANA SILBANO, mezzo soprano
LUIGI GIACHINO, pianoforte 

La Voce e lo Schermo

Una piccola storia del rapporto fra canzone, e quindi voce, e cinema, legame forte e indissolubile che ha accompagnato l'intera evoluzione cinematografica. Uno dei migliori studiosi della musica applicata all'immagine, autore di musiche per teatro, cinema e televisione, Luigi Giachino, e la voce calda e piena di colori di Silvana Silbano, per questo spettacolo sulle canzoni più famose della storia del cinema, accompagnate dai filmati originali.

 

C. Chaplin: Smile (dal film "Tempi Moderni")

F. Loewe: I could have dance all night (dal film "My fair Lady")

M. Steiner: As time goes by (dal film "Casablanca")

L. Bernstein: Somewhere e I feel pretty (dal film "West side story")

H. Arlen: Over the rainbow (dal film "Il Mago di Oz" )

G. Bizet: Habanera (dal Filmopera Carmen)

G. Gershwin: For you, for me, for evermore (dal film "The shocking miss pilgrim")

J. Kern: Smoke gets in your eyes (dal film "Roberta")

J. Goldsmith: I am with you (dal film "The Russia house")

E. Morricone: C'era una volta il west (vocalizzo dal film omonimo)

J. Kander: Cabaret (dal film omonimo)

J. Horner: My hearth will go on (dal film "Titanic")

J. Kander: New York, New York (dal film omonimo) 

SILVANA SILBANO - "Un mezzosoprano dal timbro potente, meraviglioso, caldo, pieno di colori"("Journal d'Alsace" 1999. Già all'inizio della carriera, per dirla con le parole di Foletto pubblicate su "Musica Viva", "attrasse maggiormente" il pubblico del "Farnace" di Vivaldi, rappresentato alla "Piccola Scala" di Milano, con "numeri vocali di bellezza assoluta".
Diplomatasi a pieni voti al Conservatorio "Giuseppe Verdi" di Torino con Elio Battaglia, si è perfezionata con Magda Olivero, Leyla Gencer e Maria Giovanna Canetti (Docente alla Scuola del Teatro Alla Scala di Milano). Ha frequentato corsi quali "Il Lied tedesco" (Mantova - 1976, Acquasparta - 1977/1981), "Tecnica vocale e interpretazione" alla "Sommerakademie Mozarteum" di Salisburgo - 1997 - con Elio Battaglia, "Interpretazione dell'Opera Mozartiana" (Ginevra - 1982) con Graziella Sciutti. Vincitrice di numerosi concorsi quali il "Luciano Pavarotti Competition" di Filadelfia, "Toti dal Monte" di Treviso, "AS.LI.CO" di Milano, "N. P. Zamboni" di Cesena (Primo premio assoluto), ha eseguito un repertorio assai vasto, dal '700 alla musica contemporanea, interpretando svariati ruoli in prestigiosi teatri al fianco di artisti quali Luciano Pavarotti, Magda Olivero, Ghena Dimitrova, Leo Nucci, Katia Ricciarelli e Raina Kabaivanska. Al suo debutto nel "Farnace" di Vivaldi, avvenuto alla "Piccola Scala" di Milano, ha fatto seguito "Giustino", dello stesso autore, che le ha permesso di affermarsi a "La Fenice" di Venezia, al "Coliseo" di Buenos Aires, al "Royal" di Versailles e all' "Olimpico" di Vicenza. In seguito, ricordando le prestazioni più significative, ha cantato nel "Così fan tutte" di Mozart, in "Madame Butterfly" di Puccini, "Fra' Diavolo" di Auber, "Didone ed Enea" di Purcell, "Hippolyte et Aricie" di Rameau, "Torquato Tasso", "Il Campanello dello speziale" e "Le convenienze e inconvenienze teatrali" di Donizetti, "Ernani" di Verdi, "Il piccolo Marat" di Mascagni. Ha partecipato alle stagioni liriche del "Teatro Regio" di Torino negli allestimenti di "Street Scene" di K. Weill, "Hansel e Gretel" di Hunperdink ed "Evgenij Onegin" di Ciaikovski. Nel giugno del 2000 ha debuttato al "Teatro San Carlo" di Napoli cantando in Jenufa di Janacek. All'attività operistica unisce quella concertistica. Numerose le interpretazioni: "Gloria" di Vivaldi, "Stabat Mater" di Pergolesi, "Requiem" - "Dominicus Messe" e "Missa brevis" di Mozart, "Nelsonmesse" di Haydn, "Petite Messe Solennelle" e "Stabat Mater" di Rossini, "Messa in Re maggiore " di Bellini, "Messa in Re maggiore" di A. Dvorák, "Zigeunerlieder" e "Liebeslieder" di Brahms, "Les Noces" di Stravinsky, "Phaedra" di Britten, "Cantico del sole di S. Francesco" di Ghedini, eseguite in sale quali il "Teatro Regio", "Piccolo Regio" e "Conservatorio di Torino, "Teatro Bellini" di Catania, "Teatro Angelicum", "Rosetum" e "Nazionale" di Milano, "Palazzo Cuttica" di Alessandria, "Teatro Civico" di Vercelli, "Sala Verdi" di R. Emilia, "Auditorium" di Rapallo, "Teatro Donizetti" di Bergamo, "Auditorium" di Linz. Al suo attivo incisioni discografiche dal vivo di "Zaira" di V. Bellini, con Katia Ricciarelli, registrata presso il "Teatro Bellini" di Catania (Festival Belliniano) e di "Jenufa" di Janacek, presso il Teatro "S. Carlo" di Napoli, edite rispettivamente da "Nuova Era" e "Fonè". È titolare della Cattedra di Canto presso il Conservatorio di Torino. 

LUIGI GIACHINO diplomato in pianoforte e composizione con il massimo dei voti al Conservatorio di Torino con Maria Gachet e Gilberto Bosco, ha proseguito gli studi con Vincenzo Vitale e Giorgio Ferrari. Ha inoltre conseguito un attestato di specializzazione post-diploma CEE in composizione, arrangiamento e direzione d'orchestra di musica extracolta. Ha scritto lavori cameristici, sinfonici e lirici, eseguiti periodicamente. Fra i premi ottenuti, nel 1993 si è aggiudicato una borsa di studio della Direzione Generale SIAE per studiare con Carlo Savina e ne è diventato assistente in diversi corsi di musica filmica (Scuola di Musica di Fiesole, Conservatorio di Genova, AlassioLaboratorioMusica).

E' autore di musica applicata per vari committenti fra cui RAIDUE, RAISAT, FIATauto, TorinoSpettacoli, Ministero dell'Ambiente - Commissione Europea DG XI - Lipu, Città di Torino, Giugiarodesign, RAITRE, Università di Torino, Portfolio Italia Holding, Accademia Regionale di Danza di Torino, Centro Estero Camere di Commercio Piemontesi. Regolarmente impegnato in concerti, masterclass e giurie di concorso, insegna all'Università di Torino ed è titolare della cattedra di Armonia, Contrappunto, Fuga e Composizione al Conservatorio di Torino. E' pubblicato da Curci, Nuova Fonit-Cetra, Casa Sonzogno, (Milano) Cartman (Torino), Il Foglio Letterario (Livorno), Fondazione "Gli Archivi del ‘900", Carocci e Gremese (Roma).
 

Fonte: Silvia Bonuccelli 

 

Silvana Silbano Giachino al pianoforte


RivieraLigure.it consiglia:
Hotel Cenobio dei Dogi Hotel Cenobio dei Dogi
Ospitalità e stile richiamano all’ Hotel Cenobio dei Dogi chi sa apprezzare lo charme di uno degli angoli più affascinanti della riviera ligure di levante.
Hotel Portofino Kulm Hotel Portofino Kulm
4 stelle a Camogli: Panorama esclusivo


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza