Festival Recco in Musica

Il 9 novembre apre con Andrea Bacchetti

Foto di Andrea Bacchetti
lunedì 27 ottobre 2008

Riparte, domenica 9 (alle 17), il Festival Recco in Musica, organizzato dal Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso con il contributo del Comune di Recco: sei concerti all'Oratorio San Martino (Piazzetta Nostra Signora del Suffragio) e il primo di questi ha un'interprete d'eccezione, Andrea Bacchetti, che dagli innumerevoli successi internazionali, torna a suonare a "casa sua".

Quando si parla di Andrea Bacchetti c'è ancora chi pensa all'enfant prodige, al ragazzino di 11 anni che faceva prodigi alla tastiera suscitando l'ammirazione di Herbert von Karajan. Ma continuare a pensare a "questo" Bacchetti è sicuramente riduttivo, perchè il ragazzo prodigio è cresciuto e (questo è l'importante) ha saputo mantenere le promesse implicite in quei primi successi: ha saputo crescere di età come di maturità espressiva, rinnovandosi concerto dopo concerto. E' diventato uno degli interpreti preferiti di Luciano Berio, "interprete di livello assoluto della sua musica", è conosciuto in tutto il mondo, ha suonato in tutte le più prestigiose sale e con le maggiori orchestre, e da alcuni anni è ormai considerato tra i più validi e originali interpreti di Bach (ricordiamo le sue incisioni delle Suites Inglesi per DECCA, premiate dall'autorevole rivista americana "Classics Today"e il suo DVD con le monumentali Goldberg Variations, presentato lo scorso inverno al Festival Camogli in Musica). Il Gruppo Promozione Musicale vuole abcora una volta riconoscere la luminosa carriera di questo"nostro"  pianista riservandogli il concerto d'apertura del Festival Recco in Musica. Bacchetti suonerà le Variazioni in Fa min. Hob XVII 6 di Haydn, una delle opere più intense ed insolitamente drammatiche di questo grandissimo compositore (di cui nel 2009 ricorrerà il duecentesimo anniversario della morte), poi la famosissima Sonata K 330 di Mozart, cristallina nella sua leggerezza e semplicità; ma la parte più interessante del concerto sarà quella dedicata a Baldassarre Galoppi (di cui Bacchetti presenterà tre Sonate), perché è proprio a questo compositore che Bacchetti ha dedicato il suo ultimo CD, , per l'etichetta Sony:, che sarà presentato al termine dle concerto, grazie all'intervento del Prof. Claudio Proietti, docente di pianoforte al Conservatorio Paganini e autore di importanti testi di ricerca musicologia. Il Cd, dal titolo "Sonate per tastiera di Baldassarre Galuppi", contiene sonate inedite tratte da fonti manoscritte a cura dello stesso Bacchetti e Mario Marcarini, scelte accostando pagine di sapore arcaico, in cui l'esperienza scarlattiana e bachiana appare evidente, a partiture che già lasciano intravedere il nascente fermento romantico, al fine di aprire una nuova prospettiva su questo compositore del passato che, al di là delle giustamente celebri opere comiche, rivelerà moltissime sorprese, come la straordinaria cantabilità, la volontà comunicativa, il virtuosismo espressivo e mai smaccatamente esteriore, sostenuto da una maestria tecnica che denota una salda conoscenza contrappuntistica.  Pregi che Bacchetti sa esaltare al massimo, con intelligenza, gusto e misura.

I due successivi appuntamenti del Festival Recco in Musica vedranno protagonisti altri due pianisti, entrambi russi: sabato 15 novembre, ore 21, Alexander Orlov, domenica 23, ore 17, Nikolaj Bogdanov, con programmi di grande effetto e virtuosismo, con autori come Schumann, Rachmaninoff, Beethoven, Liszt, Piazzolla. Domenica 30 novembre, sempre alle 17, sarà la volta di un particolarissimo trio: Davide Discacciati violino, Carlo Oneto corno, Gabriella Chiappa pianoforte; domenica 7 dicembre (h. 17) si esibirà il Duo Nastos (Sara Nastos, soprano - Nicola Nastos, pianoforte), con un programma dal titolo "Viaggio nel Mediterraneo", un viaggio attraverso la musica popolare dei paesi del nostro Mediterraneo, con canti provenienti dalla  Spagna, dalla Grecia, e naturalmente dalla "bella Napoli"..., il tutto arricchito da composizioni ed arrangiamenti jazz al pianoforte, su temi famosi come Autumn Leaves, Zorbas, Mambo Italiano. A chiudere il Festival Recco in Musica sarà un altro Duo, Barbara Vannucci flauto e Chiara Sarchini pianoforte, con un programma che ripercorrerà le tappe fondamentali del repertorio per questa formazione, dal ‘600 al ‘900.

Ricordiamo che al termine di ogni concerto sarà possibile cenare insieme a musicisti e organizzatori presso uno dei ristoranti che collaborano al Festival, a prezzo promozionale: 4 Vele, Alfredo, La Manuelina Focacceria, Lino, Ö Vittorio, Da Angelo. Domenica 9 novembre sarà la volta di Ö Vittorio.

Ingresso ai concerti: € 8. Per Soci GPM e giovani è prevista la possibilità di abbonamento ( € 40) per i sei concerti.

INFORMAZIONI: 0185-771159  -  0185-770703  -  338-6026821 -
web site: www.gpmusica.info

Fonte: Silvia Bonuccelli

 





Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza