Festival Recco in Musica

Terzo appuntamento il 30 novembre

Foto di Carlo Oneto
giovedì 13 novembre 2008

Violino, corno e pianoforte al terzo appuntamento del Festival Recco in Musica.

Con il concerto di domenica 30 (sempre alle 17 all'Oratorio San Martino), il Festival Recco in Musica "volta pagina": dopo i tre appuntamenti dedicati al pianoforte solista (con protagonisti di grande livello, Bacchetti, Orlov e Bogdanov), sono previsti altri tre concerti dedicati alla musica da camera. E domenica sarà la volta di un Trio molto particolare: violino, corno e pianoforte, una formazione che, pur non avendo un repertorio vastissimo, presenta caratteristiche e timbriche davvero molto interessanti, tant'è vero che Johannes Brahms, sicuramente il maggior compositore di musica cameristica, le ha dedicato il Trio in Mi bemolle maggiore op. 40, che occuperà tutta la seconda parte del concerto. Scritto tra il 1864 ed il 1865, questo Trio è intriso, anche nei momenti brillanti, di una malinconia che il timbro del corno, evocatore per eccellenza, accentua con una scrittura per nulla convenzionale, seria ed asciutta. Raramente eseguita, quest'opera consta di 4 movimenti: un Andante dolce e velato di fervide tenerezze (che Brahms confessò ispirato dall'ammirazione commossa per la bellezza della natura), quindi un esteso Scherzo: Allegro, un elegiaco Adagio mesto, molto sofferto, infine un Allegro con brio, in cui viene recuperata una certa vitalità. La prima parte del concerto ha invece in programma i Quatre Petites Pieces  op. 173 per iolino, corno e pianoforte di Koechlin (1867-1950), compositore e teorico francese, allievo di Massenet e Faurè, fondatore con Ravel e Schmitt della "Sociètè musicale indèpendante"; insegnò Composizione al Conservatorio di Parigi, avendo fra gli allievi anche F. Poulenc e la sua vasta produzione comprende lavori per orchestra, da camera, composizioni per pianoforte e organo. Dopo i brani di Koechlin, è in programma una composizione per soli violino e pianoforte, una delle sonate più conosciute e rappresentative di Beethoven, la n. 5 op.24, certo la più nota nel gruppo delle prime Sonate per violino e pianoforte, dal fortunato titolo "Primavera" comunque non è dovuto a Beethoven; sebbene l'indicazione originale del compositore fosse quella di "Sonate pour le PianoForte avec un Violon", riconoscendo la preminenza dunque al pianoforte, in questo lavoro il violino ha un ruolo per nulla subordinato nei confronti della tastiera.
I musicisti componenti del Trio sono Davide Discacciati, violino, Carlo Oneto, corno, e Gabriella Chiappa, pianoforte. Davide Discacciati, diplomato in violino, ha recentemente conseguito la Laurea in Musica da Camera presso il Conservatorio G.Verdi di Como. Ha partecipato a numerosi corsi di perfezionamento e master classes in Italia ed all'estero, sviluppando le sue conoscenze tecniche ed interpretative; dal 2002 è docente di violino e musica da camera all'Accademia Internazionale della musica di Milano. Ha al suo attivo concerti in Duo con pianoforte e con chitarra, in Trio e collabora con orchestre sinfoniche e da camera.

Gabriella Chiappa, diplomata in pianoforte al Conservatorio G.Verdi di Milano, nel 2007 ha conseguito la Laurea in Musica da Camera; il suo interesse per questo settore, sviluppato nel corso degli anni e di numerosi corsi di perfezionamento, ha guidato la sua attività artistica, iniziata in formazione di Duo dal 1990, ed estesa poi al Trio classico, al Trio misto (violino, corno e pianoforte) fino al quartetto con cantanti e con archi. E' stata per diversi anni docente presso l'Accademia Internazionale della Musica di Milano per pianoforte e teoria e solfeggio.

Il cornista del trio, Carlo Oneto, è di Recco e si è diplomato presso il Conservatorio "N. Paganini" di Genova sotto la guida dell'indimenticabile Maestro Antonino Virtuoso. Dal 1986 collabora con il Quintetto Danzi / Ensemble Ludus in Fabula, la cui intensa attività spazia dall'ambito della musica da camera al teatro musicale. Ha ottenuto l'idoneità in concorsi ed audizioni per posti in orchestra presso vari Enti, tra i quali: Teatro alla Scala di Milano, Teatro Massimo di Palermo, Orchestra Filarmonica Italiana ed ha collaborato con numerose formazioni cameristiche e orchestrali tra. Dal 1987 al 2003 è stato Primo Corno dell'Orchestra Filarmonica Giovanile di Genova. Nel 2007 ha ottenuto il Diploma Accademico di 2° livello in Corno presso il Conservatorio di Como, col Maestro Ezio Rovetta e
ha condiviso con il duo Chiappa - Discacciati formazione accademica ed attività concertistica.

Dopo il concerto, come consuetudine, sarà possibile cenare insieme al musicista e agli organizzatori, a prezzo promozionale in uno dei ristoranti che collaborano al festival: domenica serà si andrà "Da Angelo".

Il Festival Recco in Musica è organizzato dal Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso, sotto la direzione artistica del Maestro Luciano Lanfranchi, con il contributo del Comune di Recco.

L'ingresso ai concerti è di € 8.

INFORMAZIONI: 0185-771159 - 0185-770703 - 338-6026821
e.mail: gpmusica@libero.it - web site: www.gpmusica.info

Fonte: Silvia Bonuccelli



RivieraLigure.it consiglia:
Hotel Elena Hotel Elena
Avvolto in una atmosfera romantica e moderna, a pochi passi dal mare e dal centro della capitale gastronomica della Liguria, l' hotel di Recco sorge, dal 1949, da un'antica villa di fine 800.
Albergo Da O VIttorio Albergo Da O VIttorio
Già all'inizio del secolo era consuetudine ritrovarsi dal Vittorio, osteria di campagna col gioco da bocce ed il pergolato fresco.


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza