Leonardo Rosa presenta "Blu al quadrato"

Il 2 maggio a Castelvecchio di Rocca Barbena

lunedì 20 aprile 2009

Il poeta ed artista Leonardo Rosa presenterà sabato sera ( inizio ore 21) presso la locale Pro Loco il suo ultimo lavoro letterario: si tratta del " quasi romanzo" " Blu al quadrato", che raccoglie riflessioni, spunti, racconti e documentazione varia sulla vita di questo importante artista del Novecento.

Dal volume emerge l'amore per la Liguria e per l'azzurro: " I miei quattro blu- dice l'autore in apertura- sono luoghi d'acqua: Vrboska, nell'isola di Hvar in Dalmazia, Marina di Negru, a Capicorsu in Corsica, Antibes in Costa Azzurra e Iraklia, nelle piccole Cicladi, in Grecia. Il blu al quadrato è un paesaggio interiore piccolo grande luogo di pietra, ulivi e sentimenti".

Già da questo affascinante incipit si può capire tutto il fascino, la forza e la vitalità di questo artista-ricercatore ottantenne. Leonardo Rosa, personaggio poliedrico, con oltre 50 anni di attività ( nella poesia dal 1948 ed in pittura dal 1957) vive da 36 anni nel piccolo borgo dell'entroterra ingauno: qui decise di trasferirsi da Torino, dove fu per svariati decenni uno dei grandi protagonisti della cultura italiana.

Da Castelvecchio poi in tutti questi anni ha potuto trasferirsi spesso nella vicina Costa Azzurra, dove ha svolto una importante serie di mostre ed iniziative artistiche e culturali di rilievo. Molto conosciuto soprattutto per la continua ricerca ed utilizzo di materiali poveri, scarti: da legni di deriva, imballaggi alimentari, a ciò che apparentemente può sembrare scarto, ma che per Rosa diviene invece materiale ricco di interesse.

"Il volume - dice il giornalista e critico d'arte Adalberto Guzzinati - che verrà presentato sabato sera è edito da Campanotto di Udine ed è davvero prezioso. Leonardo Rosa è molto conosciuto per la sua passione e gusto per l'oggetto cartaceo. Di lui sono celebri, a partire dagli anni Settanta libri d'arte davvero speciali come " Serena 5", " Respiro di un luogo", " Esilio dell'isola", " Racconti minimi" e " Paesaggi di una linea", che rivelano come per l'artista il libro stesso possa rappresentare già in sé una vera opera d'arte".

Anche quest'ultimo libro, molto curato, contiene decine di disegni, schizzi, materiali vari, fotografie ed è frutto di un lungo lavoro. Leonardo Rosa è un personaggio affascinante che fu a contatto con Eugenio Montale, Fernanda Pivano, Salvatore Quasimodo, Arturo Schwartz, Giuseppe Ungaretti ed Elio Vittorini. Ha collaborato con Emilio Scanavino, Lucio Fontana, Mimmo Rotella, Michel Butor et Bernard Noël. Il volume presenta una ricca serie di testimonianze di questi interessanti incontri e collaborazioni.


Fonte: Claudio Almanzi





Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza