Rassegna "I Sabati di Librarsi" ad Albenga

L'8 novembre incontro con Tonino Conte

Foto di Tonino Conte
lunedì 27 ottobre 2008

"I Sabati di Librarsi" : Rassegna di incontri con gli autori Patrocinata dalla Regione Liguria, dalla Provincia di Savona e dal Comune di Albenga
IV edizione - 2008/2009
Auditorium San Carlo - via Roma (centro storico) Albenga
inizio ore 17,30 - ingresso libero
sabato 8 novembre 2008 "IL TEATRO DELLA TOSSE E IO" incontro con TONINO CONTE

partecipa Massimiliano Civica, regista
presenta Stefano Delfino

Tonino Conte (nella foto), regista, autore e fondatore del Teatro della Tosse di Genova racconta la sua meravigliosa avventura teatrale in una conversazione col pubblico. Lo farà con Massimiliano Civica, che dallo scorso anno lo affianca alla direzione artistica e Stefano Delfino (giornalista de La Stampa e direttore artistico del Festival teatrale di Borgio Verezzi). Un incontro imperdibile per tutti coloro che amano il teatro e vogliono conoscerne un capitolo determinante scritto da uno dei protagonisti della scena italiana degli ultimi quarant'anni. E con lui scoprire il dietro le quinte di una realtà culturale dalla lunga e gloriosa storia, che ha portato il nome della città in Italia e in Europa, dell'amicizia e del sodalizio artistico di una vita con Emanuele Luzzati, dei famosi spettacoli "fuori dal teatro", in luoghi non convenzionali che da Forte Sperone alla Diga Foranea hanno visto la presenza - straordinaria per il teatro - di migliaia di spettatori a sera. Sarà anche un'occasione preziosa per conoscere i dettagli del cartellone della stagione 2008/2009 del Teatro della Tosse che è anche il secondo anno di Facciamo insieme teatro, il progetto artistico triennale (2007 - 2010) al quale già lo scorso anno è stato assegnato un importante riconoscimento, il  Premio ETI per la nuova creatività 2008. Per voce dei due direttori artistici verranno illustrate tutte le novità di una stagione di spettacoli internazionali e anticonvenzionali nel modo di intendere il concetto stesso di teatro. 5 prime assolute, 7 spettacoli internazionali, numerosi laboratori con le compagnie protagoniste, una rassegna di teatro di figura e molto altro per un teatro che riesce a coniugare perfettamente la sua identità con i cambiamenti del tempo presente.

Tonino Conte Nato nel 1935, dopo aver svolto svariati mestieri, è entrato nel 1959 come direttore di scena nella compagnia teatrale " La borsa di Arlecchino", diretta da Aldo Trionfo, diventando amico di Emanuele Luzzati e Giannino Galloni. Chiusa l'anno seguente l'avventura della Borsa, ha continuato a occuparsi di teatro organizzando spettacoli di Carmelo Bene, Carlo Quartucci e altri, sempre in stretta collaborazione con lo scenografo Giancarlo Bignardi. Nel 1966 un'altra favolosa esperienza con Trionfo a Roma, nella taverna di via Margutta, con due spettacoli: il Synket, numero 1 e 2, ispirati a un antenato dei sintonizzatori, il Sinket, appunto, inventato dall'ingegnere polacco Paolo Ketoff. Nello stesso anno scrive il suo primo testo teatrale, Gargantua Opera, messo in scena dal Teatro Universitario di Parma. Con Aldo Trionfo scrive tre testi: Sandokan, Margherita Gautier, Ettore Fieramosca. Nel 1968 la prima regia: Ubu Re di Alfred Jarry, per il Teatro Universitario di Genova, premiato a vari festival internazionali. Nello stesso anno ha scritto e diretto il primo vero spettacolo per le scuole - allora imperversavano solo "animazioni" con i ragazzi - per conto del Piccolo Teatro di Milano. Da quell'anno, ha cominciato a scrivere e dirigere, senza sosta, spettacoli per ragazzi e per adulti, alcuni ripresi dalla tv. Nel 1975 ha fondato con Luzzati, Trionfo, Giannino Galloni, Rita Cirio e un gruppo di attori il Teatro della Tosse, di cui ha conservato la direzione artistica fino ad oggi. Accanto all'attività di regista e autore teatrale ha anche pubblicato numerosi libri fra cui Pornograffiti (Pirella, 1988), Facciamo insieme teatro (Einaudi, 1977 ripubblicato da Laterza, alla sua quarta edizione nel 2008) L'amato bene (Einaudi, 2002) Le parole del teatro (Einaudi, 2006), Genova, una città in 20 storie (Laterza, 1996) ..e san Francesco inventò il presepio (Il Melangolo, 2002), Non il fiore, ma la cipolla sulfurea (Il Melangolo, 2006). Per i numerosi spettacoli in grandi e inconsueti spazi all'aperto (Forte Sperone, Diga Foranea, l'ex capannone industriale della Fiumara, per citarne quelli genovesi), che sono diventati uno dei tratti distintivi e punti di forza del Teatro della Tosse, il 3 ottobre 2003 ha ricevuto la laurea ad honorem in Architettura dalla Facoltà di Camerino. Nel settembre 2005 gli viene conferito il Grifo D'Oro dal Sindaco di Genova Giuseppe Pericu.

Massimiliano Civica Nato a Rieti il 27 febbraio 1974, dopo una laurea in Lettere, svolge un percorso formativo eterogeneo, passando dal teatro di ricerca (periodo di lavoro in Danimarca presso l'Odin Teatret di Barba), alla scuola della tradizione italiana (si diploma in regia presso l'Accademia Nazionale d'Arte Drammatica Silvio D'Amico), per poi compiere un apprendistato artigianale presso il Teatro della Tosse di Genova (a contatto con il sapere scenico di Lele Luzzati e di Tonino Conte). Prende parte come aiuto regista alle produzioni di diversi teatri, come gli spettacoli di massa e all'aperto del Teatro della Tosse, gli spettacoli per ragazzi del Teatro del Piccione di Genova, gli eventi internazionali del Teatro Potlach di Fara Sabina. Tra i suoi spettacoli come regista la prima nazionale di Serenata di Slawomir Mrozek presso il Teatro della Tosse di Genova, e lo spettacolo Andromaca di Euripide con Andrea Cosentino, ospitato in alcuni tra i più importanti teatri italiani. I suoi due ultimi spettacoli Grand Guignol e La Parigina sono stati ospitati nei festival di Polverigi, Santarcangelo, Drodesera, Armunia, Pontedera, Enzimi, ecc. A livello di teatralogia teorica collabora, tenendo lezioni e seminari, con le cattedre di Storia del Teatro e Storia della Danza e del Mimo presso l'università La Sapienza di Roma. Dal 2007 è codirettore artistico del Teatro della Tosse di Genova. Sempre nel 2007 ha vinto i premi Lo Straniero e il premio Hystrio-Associazione Nazionale Critici Italiani per la sua attività teatrale.Il suo ultimo spettacolo, Il Mercante di Venezia, è attualmente in tournée ed è stato prodotto dalla Fondazione Teatro Due di Parma.

Stefano Delfino Giornalista de La Stampa (è il responsabile della redazione di Imperia), e scrittore (tra i suoi libri: Quel profumo di mandarini,  Non soldi ma cioccolato,  Dundindei?, Quarti di luna, Emilio Scanalino & C.. la leggenda dei pittori di Calice Ligure),  dal 2002 è direttore artistico del Festival teatrale di Borgio Verezzi e del Teatro Gassman, sempre di Borgio Verezzi. È al terzo mandato come membro di giunta dell'Associazione Ligure dei Giornalisti.

Fonte: Libreria San Michele Albenga



RivieraLigure.it consiglia:
Camping Mauro Camping Mauro
Parco per vacanze sul lungomare. Spiaggia privata, piscine, animazione, ristorante, pizzeria
Torre Pernice Torre Pernice
Nel centro della piana di Albenga si estende su una superficie di 11 ettari
Softimax - Tecnologie Informatiche Softimax - Tecnologie Informatiche
L'informatica al tuo servizio
Casavacanze Albenga Casavacanze Albenga
Nel centro storico di Albenga, trilocale arredato affacciato sui pini


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza