Scomparso Luigi Buzzone

"Monsù" e maestro vetraio di Altare

giovedì 30 ottobre 2008

Nelle prime ore del mattino di domenica 9 novembre, nella sua casa di Altare, è deceduto Luigi Buzzone, "monsù" e maestro vetraio di antichissima famiglia altarese. La sua fu tra le famiglie che resero famosa Altare con l'arte vetraria. La storia della famiglia Buzzone si perde infatti nei secoli e se ne hanno tracce nei primissimi documenti che parlano di Altare in epoca medioevale.

Il nome della sua famiglia è legato anche ad una delle più belle chiese di Altare:  la chiesa della S.S. Annunziata, praticamente all'ingresso del paese per chi proviene da Carcare-Cairo. Fu la prima parrocchia di Altare (lo testimonia una bolla papale del 1141). La chiesa fu fatta ricostruire, tranne il campanile romanico, da Matteo Buzzone a metà del Seicento. L'antenato di Luigi Buzzone, entrato nelle grazie di papa Urbano VII, si arricchì a Roma, dove aveva ottenuto l'esclusiva gestione di tutte le misure di capacità dello Stato Pontificio, ed usò parte della sua ricchezza per ricostruire l'antica chiesa parrocchiale di Altare, cui la famiglia Buzzone era molto legata.

Luigi Buzzone aveva ottantotto anni. Durante la Seconda Guerra Mondiale aveva combattuto in Russia ed era uno dei pochi sopravissuti di quella tragica spedizione.

Ad Altare aveva ricoperto numerosi incarichi nella vetreria S.A.V. (Società Artistico Vetraria), dal ruolo di capo-magazziniere a quello di direttore.

La stessa S.A.V. è legata ai Buzzone, che assieme alle altre storiche famiglie vetraie altaresi la fondarono nel corso dell'Ottocento.

Persona di animo gentile e buono aveva speso molto del suo tempo anche per gli altri contribuendo a fondare la Pubblica Assistenza Croce Bianca di Altare, della quale fu anche Presidente per molti anni nel periodo fra gli anni Settanta e gli Ottanta.

Luigi Buzzone, in questo suo costante e riservato altruistico impegno, era stato anche membro del consiglio di amministrazione della Casa di Riposo di Altare.

Era coniugato con Adina Pagliantini, morta quattordici anni fa. Dal matrimonio era nata la figlia Fausta che è insegnante d'Arte alle scuole medie.

I funerali si sono tenuti in Altare nel pomeriggio del 10 novembre.


Fonte: flavio@strocchio.it

 





Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza