Tutte le abilità al centro. Kilometri Zero

corsi sulla promozione e marketing del territorio e dei suoi prodotti tipici

venerdì 15 novembre 2013

Prosegue positivamente e con intensità la realizzazione del progetto dedicato all' inclusione sociale “Tutte le abilità al centro. Kilometri Zero”, che prevede la riqualificazione sia promozionale e turistica, sia agricola del territorio del ponente ligure. A poco più di un mese e mezzo dalla presentazione ufficiale del progetto, avvenuta presso il centro enologico di Ortovero alla presenza degli assessori regionali al Turismo e all'Agricoltura Angelo Berlangieri e Giovanni Barbagallo, sta infatti procedendo con successo la prima parte formativa del progetto, che prevede corsi sulla promozione e marketing del territorio e dei suoi prodotti tipici, affiancati da corsi più pratici e finalizzati ad acquisire conoscenze sulla cura dei terreni, sulle biodiversità, sulla creazione e manutenzione dei muretti a secco e delle varie colture.

Il progetto è sostenuto da Fondazione Gian Maria Oddi, Comuni di Alassio, Arnasco, Casanova Lerrone, Castelvecchio di Rocca Barbena, Cisano sul Neva, Garlenda, Onzo, Stellanello, Testico, Vendone, Villanova d'Albenga, Zuccarello, le Cooperative Arcadia, Olivicola di Arnasco, Ortofrutticola di Albenga e Viticoltori Ingauni di Ortovero, Elfo ed Aesseffe, enti di formazione ed il Centro servizi della Confcooperative di Savona.

“Entrambi i filoni formativi – dicono gli organizzatori- vedono la partecipazione di docenti esperti qualificati nei vari settori di intervento, il cui scopo è quello di formare professionalmente i partecipanti, 36 persone inoccupate e con difficoltà ad entrare nel mondo del lavoro, sugli argomenti oggetto dei corsi. Scopo ultimo del progetto è quello di costituire una cooperativa agricola sociale, che possa essere da esempio su come avviare sul territorio un sistema di commercio sociale e di promozione dei prodotti tipici, anche, e soprattutto, in chiave turistica”.

Si tratta dunque di una prima ed interessante risposta alla crisi economica che sta investendo anche la Piana albenganese. “ Lo scopo dei tre corsi è molteplice- dicono gli organizzatori- Oltre al recupero sociale, per coloro che, a causa della crisi, si sono trovati disoccupati, ci siamo rivolti a lavoratori inoccupati desiderosi di impegnarsi nel recupero del territorio, in attività di riqualificazione e formazione”. I tre progetti vedono impegnati 36 corsisti che seguiranno oltre alle lezioni teoriche ( 100 ore ) presso l' Elfo di Albenga e l'Ortofrutticola di Albenga anche stage pratici ed esercitazioni per altre 100 ore presso le aziende del comprensorio ingauno, partner del progetto europeo. I corsi riguardano la gestione dei sistemi commerciali e dell' organizzazione dei servizi turistici ( 12 corsisti), il corso per il recupero del territorio e dei muretti a secco ( 12 corsisti) e quello per tecnici operativi per le cooperative e le diverse stagionalità ( 12 corsisti).

Il progetto, nel suo insieme, fa parte del programma operativo europeo “Obiettivo competitività ed occupazione” che si prefigge l'inclusione sociale, la cooperazione ed il recupero del territorio.

Fonte: Claudio Almanzi



RivieraLigure.it consiglia:
Softimax - Tecnologie Informatiche Softimax - Tecnologie Informatiche
L'informatica al tuo servizio
Camping Mauro Camping Mauro
Parco per vacanze sul lungomare. Spiaggia privata, piscine, animazione, ristorante, pizzeria
Residence Nautilus Residence Nautilus
Sul mare di Ceriale: monolocali, bilocali e trilocali moderni e funzionali
Torre Pernice Torre Pernice
Nel centro della piana di Albenga si estende su una superficie di 11 ettari


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza