A Punta Chiappa nasce il Museo della Pesca

Aricolo tratto da Liguria Nautica news

mercoledì 22 luglio 2009

Promosso dal Comune di Camogli, dalla locale cooperativa di pescatori e dall’assessorato alla Pesca della Regione Liguria, a Punta Chiappa è nato il Museo della Pesca. Aperto al pubblico da martedì a domenica, dalle 11.30 alle 18, per tutto il mese di agosto, il museo è situato a 50 metri da Porto Pidocchio, tra il Parco naturale del Monte di Portofino e l’Area Marina Protetta.
Ricavato all’interno di un vecchio magazzino utilizzato in passato per il rimessaggio degli attrezzi dei pescatori, davanti al tratto mare dove viene collocata, nei mesi primaverili ed estivi, una tonnara, il museo racconta la storia della pesca in Liguria e la sua evoluzione fino ai giorni nostri.

Oltre ad ammirare antichi attrezzi per la pesca, ormai sostituiti da più moderne tecnologie, i visitatori potranno consultare una galleria fotografica in proiezione continua ed una postazione video interattiva che permetterà di interagire con i materiali immagazzinati e di personalizzarne la visione.

Nonostante l’avvento di nuove tecniche di pesca moderne ed intensive, ancora oggi in Liguria ed in particolare a Camogli vengono utilizzati diversi metodi di pesca artigianali quali la pesca alla lampara di notte, con reti a circuizione, la pesca col palamito, la pesca con le nasse, la pesca del rossetto, la pesca con la sciabica, la pesca con l’agonara.

Per maggiori informazioni leggere l' articolo su Liguria Nautica news 



RivieraLigure.it consiglia:
Hotel Cenobio dei Dogi Hotel Cenobio dei Dogi
Ospitalità e stile richiamano all’ Hotel Cenobio dei Dogi chi sa apprezzare lo charme di uno degli angoli più affascinanti della riviera ligure di levante.
Hotel Portofino Kulm Hotel Portofino Kulm
4 stelle a Camogli: Panorama esclusivo


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza