Amusement Expo Europe l'industria del divertimento

A Genova dal 28 al 30 ottobre 2009

Amusement Expo Europe l’industria del divertimento - Genova
venerdì 19 novembre 2010

Amusement Expo Europe - il grande evento fieristico internazionale per l'industria del divertimento nato dalla partnership tra Fiera di Genova e Messe Stuttgart - si terrà a Genova dal 28 al 30 ottobre prossimi. Il nuovo Salone è il risultato dell'unione tra le due principali fiere del settore: Technofolies in Italia e Interschau in Germania e si terrà ogni anno alternativamente nelle due sedi fieristiche .

L'obiettivo di Amusement Expo Europe è rispondere alle richieste dell'intera industria europea del divertimento in grado di soddisfare le esigenze dei gestori di attrazioni viaggianti sia dei gestori di parchi fissi. La manifestazione mette in primo piano i prodotti europei, protagonisti dei mercati internazionali, con una scelta espositiva di grande impatto visivo e emozionale: negli ampi spazi del nuovo padiglione B fronte mare disegnato da Jean Nouvel  saranno esposti e in funzione i modelli più innovativi e divertenti che presentano uno straordinario mix di sofisticate tecnologie  e di altissima qualità artigianale.



Lo scenario
Secondo un sondaggio di settore condotto nel settembre 2009 da ANCASVI (Associazione Nazionale Costruttori Attrezzature Spettacoli Viaggianti), il numero stimato delle imprese operanti in Italia è 200. Il 65% di esse è sul mercato da oltre vent’anni, il 17,5% vanta tra i dieci e i vent’anni di produzione ed il rimanente 17,5% ha meno di dieci anni di attività. Nel panorama nazionale il 50% delle aziende è formato per lo più da piccole imprese, che occupano da 1 a 10 addetti ai lavori; solamente il 3% supera i 50 occupati. Guardando il quadro d’insieme del settore amusement italiano, invece, la forza lavoro complessiva ammonta attualmente a 3.000 occupati diretti. Dal punto di vista dell’export, il 37% delle imprese esporta oltre il 60% della propria produzione, con picchi che – in alcuni casi – arrivano a toccare la vetta del 90%. I numeri dell’indotto creato dalla fun industry possono essere solo stimati, ma è risaputo che si tratta di una percentuale “pesante” del settore. Il 70% delle aziende è organizzato con una significativa rete di outsourcing,  il restante 30% completa il ciclo produttivo in azienda.
I risultati dell’inchiesta sottolineano anche una certa sensibilità del settore verso la crisi economica in atto e l’80% degli operatori ha avvertito la criticità del momento. Più specificamente, il 17% parla di cali contenuti (-10%), il 34% riferisce di cali marcati (-20%) ed il 22% lamenta perdite significative. Solamente il 20% degli intervistati dichiara di non aver risentito del periodo economico sfavorevole. A questo proposito Andrea Munari, presidente ANCASVI, durante la conferenza nazionale di settore ha ribadito che, se non è possibile parlare di vero e proprio allarme, è quantomeno corretto porre una questione di pre-allerta del settore, in modo da prevenire eventuali aggravamenti e mantenere solida la leadership italiana.

Seminari, incontri, convegni
Come consueto, il calendario degli eventi collaterali si conferma ricco di proposte. Si parte Mercoledì 28 ottobre alle ore 11.00 con il convegno organizzato da Facto Edizioni 1984 – 2009. Le attrazioni per il leisure: una tradizione che si rinnova, con il coordinamento del Prof. Giorgio Conti (Università Cà Foscari, Venezia). Parteciperanno al dibattito costruttori italiani ed europei, per discutere i più recenti trend inerenti la gestione delle attrazioni e le nuove strategie di mercato. 
La giornata di giovedì 29 ottobre inizierà con l’assemblea ANESV – Associazione Nazionale Esercenti Spettacoli Viaggianti e continuerà con l’assemblea dell’ANCASVI che alle ore 12.00 convocherà anche, presso il proprio stand, un incontro rivolto alle associazioni di categoria propedeutico alla costituzione ufficiale di un tavolo di coordinamento nazionale di settore. Tra le iniziative associative è anche previsto un meeting riservato ai membri ESU-UFE Europäische Schaustellerunion - Union Foraine Européenne. Nel pomeriggio si susseguiranno alcuni incontri organizzati da Parksmania.it. Tra gli altri, si segnala alle 14.30 L’evoluzione del marketing online: social network & community, in cui si andrà ad analizzare il percorso compiuto dal ruolo del web prima inteso come vetrina di presentazione dei parchi di divertimento, poi impiegato come strumento per interagire con l’ospite. Sull’onda dei social network il veicolo del messaggio promozionale non è più il mero sito internet, bensì i vari Facebook, Twitter, MySpace e Youtube. A seguire, Esperienza ed innovazione tecnologica: nuove forme di intrattenimento ed interazione con l’ospite , in cui verrà illustrata la costante e rapida evoluzione del mercato del “tempo libero” e della conseguente disponibilità di beni sostituti, in rapporto all’offerta dei parchi tematici: un excursus dall’attrazione esperienziale all’implementazione di nuove formule di intrattenimento dell’ospite, grazie ad processi di interazione e diversificazione. Infine la presentazione del case study Europa Park: i meccanismi alla base di un parco di successo, un’avvincente carrellata sul percorso esemplare dell’omonima struttura, nata in contemporanea ad altri importanti parchi europei, che ha ottenuto risultati notevoli grazie a collocazione geografica, validità del prodotto, attrazioni, reinvestimento degli utili, tematizzazione, ristorazione e formazione del personale.

Golden Pony Awards
In occasione della cena di gala di giovedì 29 ottobre, ritornerà un appuntamento ormai storico della manifestazione: i Golden Pony Awards. La cerimonia di premiazione, giunta quest’anno alla sua 6^ edizione, incorona le eccellenze del settore individuando una ventina di operatori italiani ed europei appartenenti alle categorie dei parchi divertimento e spettacolisti viaggianti. Non mancheranno, inoltre, riconoscimenti speciali alle aziende che si sono particolarmente distinte apportando innovazioni significative per il settore.

Partecipazioni e collaborazioni
A sottolineare l'internazionalità dell'evento, l'ICE (Istituto nazionale per il Commercio Estero) nell'ambito dell'accordo con il Ministero dello Sviluppo Economico, l'Associazione Enti Fieristici Italiani e il Comitato Fiere Industria, è impegnato a portare a Amusement Expo Europe  una nutrita delegazione di operatori selezionati da una rosa di Paesi che va dal bacino del Mediterraneo (Marocco, Tunisia, Egitto, Turchia, Cipro, Grecia, Spagna, Portogallo), all'America centro-meridionale (Argentina, Brasile, Messico) e a parte dell'Asia con l'India e la Penisola Araba. L'evento conta inoltre sul supporto delle associazioni tedesca (DSB), italiana (ANESV) ed europea (ESU-UFE) dei gestori di spettacoli viaggianti, oltre che dell'AiCE - Consiglio europeo dell'industria del divertimento, che include le associazioni di produttori d'Italia (ANCASVI), Spagna e Gran Bretagna. Vale la pena segnalare che, tra i numerosi potenziali visitatori che si sono già pre-registrati online, figurano addetti ai lavori provenienti da 25 paesi, tra cui: Albania, Algeria, Austria, Belgio, Brasile, Croazia, Cipro, Finlandia, Francia, Grecia, India, Israele, Lituania, Marocco, Olanda, Norvegia, Polonia, Spagna, Svezia, Svizzera, Turchia, UK, Ungheria ed USA.

Novità
Tante e curiose le novità in esposizione. Accanto ad aziende storiche come Zamperla, Bertazzon, Moser’s Rides, I.E. Park, Lamborghini e Far Fabbri, piccole e grandi realtà porteranno in Fiera le proprie proposte. A seguito del grande successo riscosso oltralpe, Sartori presenterà un innovativo playground acquatico, completamente smontabile e trasportabile; M&G Master Games è pronta a sfidare le intemperie, grazie al suo Air Hockey da esterni e Fun Food Italia stuzzicherà i palati dei golosi con i divertenti pop-corn e zuccheri filati colorati.

Per il primo anno la manifestazione amplia il suo già nutrito social programme proponendo oltre alla visita di Genova e delle Riviere un'extension in crociera sul Mediterraneo che sta già riscuotendo un notevole successo.

Nel 2007, anno dell'ultima edizione italiana di Technofolies/Interschau, nei tre giorni di manifestazione è stata registrato la presenza di oltre 4.000 operatori, di cui il 30% proveniente dall'estero, per ammirare gli ultimi trend e le attrazioni di 70 espositori. L'ultima edizione di Interschau/Technofolies, svoltasi nel 2008 in Germania, è stata visitata da 3.500 operatori con il 20% di presenze estere.

Orari di apertura
Mercoledì 28 e giovedì 29 ottobre il salone sarà aperto dalle ore 10.00 alle 18.00.
Venerdì 30 ottobre dalle 10.00 alle 16.00.

Per informazioni:
www.amusementexpoeurope.com
tel. + 39 010 5391253-256

 

Fonte: 
Fiera di Genova
Tel. 010 53 91 211 - 262
Fax. 010 53 91 270

Amusement Expo Europe, il made in Italy per i parchi di divertimento in fiera


RivieraLigure.it consiglia:
Hotel Iris Hotel Iris
nella caratteristica insenatura di Quarto dei Mille, a pochi passi dal mare
Grand Hotel Savoia Grand Hotel Savoia
Grand Hotel Savoia è un meraviglioso albergo 5 stelle nel cuore di Genova
Hotel San Biagio Hotel San Biagio
struttura moderna che unisce al comfort internazionale un'atmosfera accogliente
Sheraton Genova Hotel Sheraton Genova Hotel
'Hotel Sheraton di Genova è stato il primo "Airport hotel" in Italia.


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza