Loano-Francheville

Riunione per il decennale del gemellaggio

sabato 10 maggio 2008

 

A Loano proprio per cercare di festeggiare degnamente questa ricorrenza, che lega la cittadina rivierasca, con la bella cittadina, nei pressi di Lione, è stata organizzata una importante riunione del Comitato per il Gemellaggio, che si è svolta nella sala consigliare. La riunione è servita soprattutto ad organizzare una prima scaletta di obiettivi e priorità per riuscire a celebrare degnamente il decennale del gemellaggio.

A presentare l’evento è stata Nicoletta Marconi, assessore alla cultura e coordinatrice delle attività del Gemellaggio, che ha aperto gli interventi presentando i componenti della delegazione francese, che sono giunti nei giorni scorsi da Francheville, a Loano, proprio per fare il punto sull’ attività svolta e per predisporre un piano di lavoro comune italo-francese sulle future iniziative legate al gemellaggio.

Alla serata era presente un nutrito numero di giovani (in particolare studenti della ragioneria e dei geometri) che si sono detti interessati allo studio del francese e desiderosi di prendere parte al gemellaggio. Erano presenti anche il sindaco Angelo Vaccarezza e l’ex sindaco Francesco Cenere, che reggeva le sorti del comune quando, dieci anni or sono, venne dato il via a questa bella iniziativa culturale.

" Ci siamo permessi – ha detto Vaccarezza- di convocare tutti coloro che parteciparono alle prime iniziative e riunioni ed i tanti che nel corso di questi dieci anni sono stati testimoni, con noi, delle belle esperienze interculturali maturate fra Francheville e Loano. Speriamo che in occasione del decennale si trovino stimoli e motivazioni per un giusto rilancio di questa bella iniziativa culturale".

" E’ necessario – ha ribadito l’assessore Nicoletta Marconi- che un gruppo di lavoro si occupi dell’organizzazione di iniziative che possano avvicinare i giovani al gemellaggio.

Una bella idea potrebbe essere quella di creare un laboratorio di arte, o di teatro, che poi produca un lavoro, o una esposizione, in modo che le attività realizzate possano avere una buona visibilità. Spesso infatti, nell’ambito del gemellaggio, sono state realizzate cose molto belle, ma pochi ne hanno avuto notizia".

Molto toccante l’intervento di Mariuccia Condorelli, nota albergatrice e fondatrice del gemellaggio, che ha spronato i giovani a partecipare a questi scambi culturali: " Sono – ha detto- una occasione importante di crescita e di promozione culturale, che può cambiare la vostra vita. Da ragazza io andai a Parigi ed ebbi l’occasione di conoscere, a Montparnasse, Jean Paul Sartre. Penso che la mia vita sia cambiata anche grazie a quella importante esperienza. Per questo dobbiamo fare conoscere non solo ai loanesi, ma anche agli abitanti dei comuni vicini, le nostre iniziative e coinvolgere nuovi amici, per rilanciare l’idea del gemellaggio".

" Anche se è difficile- conclude la Marconi- allargare il numero degli aderenti, vale comunque la pena di provare a coinvolgere, in questa esperienza, altri cittadini, soprattutto giovani, perché colgano l’occasione di conoscere, oltre ad una lingua straniera, le differenze che ci sono rispetto ai francesi, ma anche i tanti punti in comune che ci uniscono".

Fonte: CLAUDIO ALMANZI

 

 



RivieraLigure.it consiglia:
Residence Perelli Residence Perelli
Nuovissimo residence in riva al mare con spiaggia privata
Ai Pozzi Village & SPA Ai Pozzi Village & SPA
Ai Pozzi Village è la meta per la vostra vacanza
Hotel Villa Beatrice Hotel Villa Beatrice
Villa Beatrice è situata in una comoda posizione, a pochi passi dal mare
Hotel Villa Iris Hotel Villa Iris
Un tranquillo hotel immerso nel verde


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza