Meeting 500: Il bilancio del week end

Un successo nonostante le nuvole

Arcobaleno 500 all' ippodromo
martedì 1 luglio 2008

Nonostante le nuvole che hanno ingrigito il paesaggio, nel pomeriggio di sabato si sono svolte le escursioni al Parco Acquatico "Le Caravelle" di Ceriale (una tradizione per il Meeting di Garlenda) e a Castelbianco, con a seguire l’aperitivo panoramico alla Madonna della Guardia di Alassio.

La serata al Parco Villafranca, tra un piatto e l’altro di specialità preparate dalla Pro Loco, ha visto l’esibizione del gruppo "The Witch Project Live Music", ospite d’onore Gianpaolo Pratelli, giovane socio di Partinico (PA) dalla voce eccezionale. Per i fisici più resistenti, ore piccole alla discoteca "Le Vele" di Alassio, per una serata (sarebbe meglio dire… nottata) dedicata ai cinquecentisti e in omaggio ad Angelo Burlando, il fiduciario di Albenga recentemente scomparso.

Per la mattinata di oggi, domenica 6 luglio, il tempo ha deciso di essere clemente e di non rovinare lo spettacolo agli equipaggi giunti da tutta Italia e anche da numerose nazioni europee. Anche se non si è raggiunto il tetto massimo di 1.000 vetture, le iscrizioni si sono fermate a 899, il secondo miglior risultato di sempre (tenendo conto che nel 2006 erano state 754 e nel 2007 – ma era l’anno del 50° con un afflusso di cinquecentisti fuori dalla norma – 1.438).

Una volta schierate le auto divise per colore, gli equipaggi sono saliti sulle tribune per attendere l’arrivo dell’aereo dal quale sono state scattate le ormai tradizionali foto dall’alto. Nell’attesa, musica e saluti da parte dei vari fiduciari presenti, annunci dei raduni locali di prossimo svolgimento… il tutto animato da Domenico Romano e Alessandro Scarpa.

Le vetture sono poi ripartite per il consueto "carosello" sulle colline e hanno fatto rientro a Parco Villafranca, nel quale sono attualmente in corso le premiazioni. A proposito di queste ultime, segnaliamo i seguenti riconoscimenti: auto più "frivola" (con più passaggi di proprietà, ben 27) a Fabio Danesi di Roma; auto che viene da più lontano a Francesco Turco da Gela; auto più giovane (immatricolata più di recente, ovvero nel 1982) a Claudio Ravaro; auto più anziana (1957) a Christian Caye di Torino e Rodrigo de Sousa dal Lussemburgo; conducenti più anziani sono risultati Guido Ardizzone (classe 1921) e Nella Ravera (1930); conducenti più giovani Giacomo Torre e Giulia Fossa (entrambi classe 1990); la regione più numerosa è risultata il Piemonte (297 equipaggi), la nazione più numerosa la Francia (43).

A chiudere la manifestazione, la consueta serata danzante a Parco Villafranca.

Positivi i commenti dei partecipanti a tutte e tre le giornate, che hanno visto l’inaugurazione della mostra "500, Cars&Comics – Le vetture famose tra fumetti, cartoons e caricature" a cura di Marco Timossi, la presentazione del libro "Dante Giacosa, l'ingegno e il mito - Idee, progetti e vetture targate FIAT" di Loredana Dova (Araba Fenice Editore), il talk show "under 33" con le opinioni dei giovani soci e varie gite nel territorio.

Una curiosità: è venuta a trovarci Elisa Romano, che recentemente si è laureata all’Università di Milano Bicocca con una tesi sulla 500 (la sua si intitola "Fiat 500: evoluzione culturale e storica di un simbolo). E’ la terza in pochi mesi ad ottenere questo risultato grazie anche al piccolo ma determinante aiuto del Club.

 

Fonte: Stefania Ponzone





Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza