Mostra del Tigullio

A Chiavari dal 15 al 18 ottobre 2009

lunedì 5 ottobre 2009

Si apre domani, alle 16, la 152esima Mostra del Tigullio. Organizzata dalla Società Economica, la rassegna è allestita all’interno del Palazzo di via Ravaschieri, nei giardini e nell’atrio di Palazzo Rocca, in piazza Fenice e in piazza San Giovanni. Partner dell’Economica sono la Regione, la Provincia di Genova, il Comune di Chiavari, la Camera di commercio e il Banco di Chiavari e della Riviera ligure. Il patrocinio è di Expo Milano 2015. L’allestimento e la promozione della Mostra sono curati da “Totem eventi”.

«La manifestazione – spiega Roberto Napolitano, presidente della Società Economica - si pone l’ambizioso obiettivo di segnare l’inizio di un nuovo percorso, tramite un approccio attivo, aperto al mondo, concreto, attento all’innovazione e alla valorizzazione del talento personale. La Mostra del Tigullio – prosegue – vuole essere un motore di idee per cogliere opportunità anche nel momento di crisi». Il programma delle tre giornate prevede incontri, laboratori, dibattiti. Un nuovo modo di comunicare che caratterizzerà gli spazi espositivi: monitor al plasma, video delle aziende e un palinsesto su digitale terrestre Mostradeltigullio.tv che giornalmente renderà conto degli incontri e dei personaggi che animano la Mostra. L’inaugurazione è in programma domani, alle 16, con il taglio del nastro e la benedizione di monsignor Alberto Tanasini, vescovo di Chiavari. Alle 17 ci sarà il primo convegno dedicato al tema “Expo 2015: quale opportunità per il Tigullio?”. Il pubblico potrà accedere agli spazi espositivi fino alle 19.30 e, da venerdì a domenica dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19.30. Durante il primo convegno il direttore responsabile delle relazioni istituzionali di “Expo 2015 Spa”, Alberto Mina, si confronterà con il territorio per capire come il grande evento può coinvolgere il Tigullio. «È il primo appuntamento di presentazione del grande evento del 2015 che si realizza in Liguria – spiega Napolitano - e può essere l’inizio di un percorso di sinergia del territorio con la realtà milanese e internazionale».

In serata, due appuntamenti dedicati a turismo e commercio. Alle 19, il laboratorio a invito su “Commercio: strumenti e strategie” con l’assessore regionale alle Attività produttive, Renzo Guccinelli. Alle 21 incontro pubblico su “Turismo e commercio: insieme per competere” che consentirà di fare un parallelo tra la nostra offerta e quella francese di Provenza e Costa Azzurra. Sarà anche l’occasione per conoscere il Centro Anidra di Borzonasca che, al recupero di un’antica struttura, sentieri e coltivazioni biologiche in valle Sturla unisce palestre, sale da meditazione, saune, sale per massaggi e trattamenti estetici.

Il Consorzio DOP Riviera Ligure alla Mostra del Tigullio

Il Consorzio di tutela dell’olio extravergine DOP della Riviera Ligure parteciperà domenica prossima alla Mostra del Tigullio, manifestazione  dedicata all'innovazione e alle attività produttive che si tiene in questi giorni a Chiavari. Durante la giornata di domenica 18 ottobre, conclusiva della Mostra, il Consorzio animerà infatti un workshop-dibattito con le istituzioni che si terrà dalle ore 16.00 alle ore 17.00 presso la Società Economica, dal titolo “Agroalimentare, tracciabilità, misure di sostegno e marketing di prodotto per l’olio Riviera Ligure DOP”. Al dibattito parteciperanno, oltre al Direttore del Consorzio di tutela dell'olio Riviera Ligure DOP Giorgio Lazzaretti, l'Assessore all'Agricoltura della Regione Liguria Giancarlo Cassini, il Vice Presidente della Provincia di Genova Marina Dondero, il Presidente regionale di Coldiretti Germano Gadina e il Presidente provinciale della CIA – Confederazione Italiana Agricoltori – Giulio Malavolti.
L’incontro, a cui sono invitate le aziende del settore e le forze economiche e sociali del territorio, mira ad approfondire le strategie di promozione e tutela dell’olio DOP Riviera Ligure avviate dal Consorzio, anche alla luce delle recenti misure di sostegno comunitarie e regionali e del patto di filiera promosso sempre dal Consorzio. Il dibattito coinvolgerà inoltre le istituzioni che hanno intrapreso o vogliano intraprendere l’impegno ad accompagnare questa logica virtuosa – quella della tutela e della promozione di un prodotto tipico di qualità – già adottata con successo dalle aziende.
 
L’olio extravergine DOP “Riviera Ligure” comprende le tre menzioni “Riviera dei Fiori”, “Riviera del Ponente Savonese” e “Riviera di Levante.
La menzione Riviera dei Fiori comprende l'intero territorio della provincia di Imperia, con una olivata assoggettata al sistema di controllo di circa 1.500 ettari. Nell’Albo Oliveti DOP della provincia di Imperia la cultivar taggiasca è presente almeno al 90%, e l’olio DOP di questa zona può avere un 10% massimo di olivi di altra varietà, e sarà trasformato e  imbottigliato in loco.
La menzione Riviera del Ponente Savonese viene invece attribuita quando l’olio è ottenuto da oliveti iscritti all’Albo - nei quali la cultivar taggiasca è presente almeno al 50% con la restante percentuale di olivi di altra varietà - e le fasi di trasformazione ed imbottigliamento vengono svolte nel territorio della provincia di Savona. La superficie olivata assoggettata al sistema di controllo di circa 90 ettari.
La menzione Riviera di Levante è invece riservata all’olio imbottigliato nelle province di Genova e di La Spezia, dove avviene la lavorazione delle olive prodotte da oliveti iscritti all’Albo DOP nei quali sono presenti (da sole o congiuntamente) le varietà Lavagnina, Razzola e Pignola e la popolazione locale riconducibile alla varietà Frantoio per almeno il 55% e per il 45% altre varietà. Comprende 39 comuni della provincia di Genova e 24 comuni della provincia di La Spezia, con una superficie olivata assoggettata al sistema di controllo di circa 125 ettari.


Il programma della Mostra del Tigullio




Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza