Vado Ligure: Bombardier Transportation

90 posti di lavoro a rischio

domenica 4 gennaio 2009

Oggi a Vado Ligure si sono incontrati l'assessore regionale allo sviluppo Renzo Guccinelli, il sindaco di Vado Carlo Giacobbe, le segreterie provinciali di Fiom, Fim Uilm e la RSU della Bombardier Transportation. All'ordine del giorno la richiesta da parte delle OO.SS. di un interessamento della Regione perché la Bombardier ottenga a breve una commessa di 150 locomotori E-464 da parte di Trenitalia.

In particolare, alla Regione è richiesto che si faccia carico di verificare che nei finanziamenti destinati a Trenitalia dal Governo rientri uno stanziamento per l'ordine dei 150 locomotori, materiale rotabile di cui peraltro Trenitalia necessita per dare corso al suo Piano Industriale sul trasporto passeggeri. Se lo stanziamento non fosse previsto, è necessario che la Regione solleciti il Governo affinché siano individuate le risorse per finanziare la commessa.

La situazione è infatti grave e i tempi molto stretti: "Se la Bombardier non ottiene l'ordine per i locomotori entro il mese di marzo di quest'anno, a luglio 90 dipendenti perderanno il posto di lavoro" - spiega Alberto Lazzari, Segretario Generale della Fiom Savona -  "un'eventualità da evitare a ogni costo, tendendo conto del contesto già difficile dell'economia savonese che attualmente conta, nel solo settore metalmeccanico, 1200 lavoratori interessati da cassa integrazione".

L'assessore Guccinelli ha compreso la situazione dell'azienda vadese e del territorio e si è assunto il duplice impegno di  svolgere le verifiche necessarie e di riconvocare le parti entro un mese.


Fonte:
FIOM CGIL Savona



RivieraLigure.it consiglia:
Cantiere Incorvaia Cantiere Incorvaia
Cantiere navale Incorvaia: professionalità ed esperienza per le tue imbarcazioni


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza