Gli imprenditori per l'aeroporto di Villanova d'Albenga

Un impulso ai trasporti

martedì 19 agosto 2008

Mentre la Piaggio sta per trasferirsi a Villanova e si parla della creazione di un campo di golf, anche gli imprenditori del Ponente savonese sono decisi a dare un fattivo contributo per lo scalo aereo villanovese.

Proprio per questo è sorto ad ottobre del 2007 un Comitato a favore del rilancio e dello sviluppo dell’aeroporto, che ha visto fra i fondatori oltre a semplici cittadini, anche alcune importanti ditte.

A presiedere il comitato è Fiorenzo Tìmori, socio fondatore insieme a Franca Roveraro, Elio Filippi, Mario Roba, Sergio Cadeo, Renato Ferrarsi e Paolo Renzo Mauri.

Nei giorni scorsi il comitato si è incontrato a Villanova con operatori ed imprenditori interessati a dare impulso in particolare al trasporto merci: " Alla base degli incontri – dice il presidente Tìmori – fin qui svoltisi c’è la convinzione che Villanova possa essere davvero concorrenziale con Nizza e Genova, in particolare nel trasporto e nella logistica. Di questo stesso parere si sono mostrati molti operatori di rilievo come Orsero, Albini Pitigliani ed aziende come Ilsat, Ecofar, Albenga Service e Fruttital. Proprio per rendere credibile per il trasporto delle merci lo scalo di Villanova è necessario l’allungamento della pista, in modo da far atterrare aerei di grande portata".

Apertura di un grande scalo merci e rilancio dei segmenti charter, diportistico e passeggeri: è questo dunque, in estrema sintesi, il sogno dei promotori del Comitato per la salvaguardia ed il rilancio dell’aeroporto "Clemente Panero": " Si tratta- dicono alcuni dei cittadini che promuovono l’iniziativa- di credere nel futuro dello scalo e di cercare di spingere politici ed amministratori affinché si impegnino di più nel sostegno di questo aeroporto che, per la sua posizione strategica, potrebbe davvero avere un grande futuro".

Ed in effetti, proprio nelle ultime riunioni, sono emersi importanti sviluppi: si è parlato di Villanova come dello scalo nel quale potrebbero essere trasferiti alcuni voli in esubero merci da Nizza, del luogo ideale da cui tornare a far partire i fiori e nel quale trasferire la logistica di alcune aziende da Savona, Nizza, Imperia e Vado. Ed a sostenere Villanova, come polo merci, ci sarebbero molti altri grandi nomi come Noberasco, Della Valle, Cappelluto, Busin, Puricelli, Giallombardo, Mamberto e Sommariva: " La presenza di nomi importanti- dice Fiorenzo Tìmori, presidente del Comitato Pro aeroporto- dell’economia ci ha resi coscienti del fatto che valga la pena di insistere nel sostenere lo scalo di Villanova, che potrebbe davvero essere prescelto da importanti operatori, data la sua posizione strategica tra Nizza e Genova, quale scalo logistico per le merci".

" Il Panero- dice il presidente Pietro Balestra- può e deve essere in grado di svolgere un adeguato servizio pubblico per questo è necessario sostenere tutte le iniziative utili allo sviluppo dello stesso scalo".

Ad Albenga intanto verrà fra poco tempo anche realizzato un autoporto, che potrebbe essere l’ideale partner in sinergia con lo scalo villanovese.

Ma il futuro dell’aeroporto è legato comunque soprattutto a molte altre problematiche che si stanno sviluppando in particolare nel territorio villanovese: il trasferimento della Piaggio, la creazione di un nuovo golf ( che andrebbe a fare concorrenza a quello garlendese) e l’allungamento della pista di atterraggio, tre grandi progetti che è evidente sarà difficile riuscire a conciliare fra loro: " Speriamo- conclude Tìmori- che i nostri sogni si realizzino e che Villanova diventi davvero in futuro uno scalo di rilievo, anche se ci rendiamo, nello stesso tempo, ben conto che queste aree sono molto appetibili e che un eventuale flop dello stesso scalo potrebbe essere utilizzato da altri imprenditori per progetti di tutt’altro genere".

Insomma il comitato villanovese crede nell’aeroporto, ma è anche conscio che vi sono forze e gruppi di interesse contrari che vedono in queste aree una manna per altre importanti iniziative, in particolare legate all’edilizia.

Fonte: CLAUDIO ALMANZI 



RivieraLigure.it consiglia:
B&B Relax B&B Relax
B&B immerso nel verde a pochi passi dal mare


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza