Inaugurazione della scuola

Ospita materna ed elementari

venerdì 3 ottobre 2008

Sabato 18 ottobre alle ore 10:00 verrà inaugurata ufficialmente la nuova scuola di Cosseria, che già dall’inizio dell’anno scolastico ospita le scuole materne ed elementari oltre alla sezione primavera creata dal Comune per i bambini d’età compresa fra i due ed i tre anni. L’amministrazione Cavallero ha raccolto tutte queste caratteristiche in un’unica definizione: le Scuole Unificate di Cosseria.

L’inaugurazione sarà accompagnata da una grande festa assieme ai bambini, ai loro genitori ed agli insegnanti. Nel corso della cerimonia si procederà anche alla benedizione dei locali e gli ospiti potranno vedere con i loro occhi le caratteristiche e le qualità di quest’opera, cui l’amministrazione comunale ha prodigato tutto il suo impegno.

Il programma prevede nell’ordine: il saluto delle autorità, l’inaugurazione, la benedizione, l’esibizione canora dei bambini ed infine il rinfresco.

La nuova scuola sta già funzionando a pieno regime. Da un paio di settimane scolaresche ed insegnanti stanno utilizzando la nuova struttura, che è la più importante opera pubblica realizzata dall’amministrazione comunale guidata da Gianni Cavallero.

L’opera, la cui realizzazione è stata seguita dall’assessore ai lavori pubblici Renato Barocco con il responsabile tecnico Milco Romano, costa complessivamente oltre 700 mila Euro, di cui più della metà finanziati da Regione Liguria e Provincia di Savona. Essa ha permesso di accorpare in un unico edificio la scuola elementare e la scuola materna statale, che fino all’ultimo anno scolastico avevano sede in due edifici diversi, distanti un paio di chilometri uno dall’altro.

"Cosa che permetterà, fra l’altro, sicuri, risparmi di gestione" afferma Barocco. Inoltre l’amministrazione comunale ha deciso di attivare da quest’anno, nel nuovo edificio, anche una sezione primavera per i bambini d’età compresa fra i due ed i tre anni. Questa sezione è gestita da insegnanti qualificati, dipendenti di un cooperativa che ha stipulato un contratto con il Comune. La sezione primavera dovrebbe beneficiare di un contributo per il suo funzionamento, che sommato a quanto impegnato dal Comune, consentirà di richiedere ai genitori una cifra contenuta quale retta di d’iscrizione (circa 90 euro mensili).

L’edificio è collocato in una posizione fortunata fra il palazzo comunale e la chiesa parrocchiale, la cui piazzetta rappresenta una cornice alquanto gradevole per il complesso scolastico, che peraltro è lontano dalla circolazione stradale, immerso nell’area verde fra il municipio e le sedi della Pro-Loco e della Bicocca.

Le rifiniture interne sono di eccellenza per un edificio scolastico. Il riscaldamento è a pavimento, eliminando così gli ingombranti termosifoni ed ottenendo un calore diffuso, col sistema che gli antichi romani usavano per riscaldare le case patrizie.

I pavimenti, sotto i quali scorre l’acqua calda, sono rifiniti a parquet, che oltre ad uno splendido effetto estetico e cromatico danno all’ambiente un’atmosfera familiare, rilassata, empatica, serena grazie anche alle sensazioni morbide, naturali, calde e vive che il legno è capace di trasmettere.

La scuola poi è stata dotata di arredi ed attrezzature nuove e innovative rispetto a quello che possono offrire altri edifici scolastici. Materiali il cui costo ha superato i 50 mila euro e che sono stati in buona parte generosamente finanziati dalla Fondazione De Mari - Ca. Ri. Sa. e per il rimanente dal Comune con parte dell’avanzo di amministrazione.

La scuola è stata dotata di una vera e propria palestra di roccia, attrezzata per l’arrampicata di bambini di diverse età, che rappresenta una struttura unica nel suo genere nel savonese. La scuola è stata dotata anche di una stazione meteorologica con funzioni didattiche, ma in grado di fare effettive rilevazioni.

Oltre alla vasta area verde antistante la scuola, l’area scolastica ha una propria recinzione che racchiude giardini attrezzati con un vero e proprio parco giochi.

Una parte dell’area è stata anche attrezzata ad orto per attività didattiche sul campo.

Contemporaneamente l’amministrazione comunale ha acquistato un nuovo scuolabus, interamente alimentato a metano, che consente di trasportare i bambini a scuola in modo rispettoso per l’ambiente e sicuramente meno costoso per il Comune.

"L’accorpamento scolastico inoltre ha permesso di liberare due edifici" spiega il Vice Sindaco Andrea Berruti "Che consentiranno all’amministrazione comunale di dare il via alla realizzazione di un’altra importante opera: il Museo della Bicicletta di Cosseria. Nel vecchio edificio delle elementari, opportunamente ristrutturato, troverà infatti sede il museo che consentirà di dare un’adeguata collocazione alla preziosa collezione di Luciano Berruti, testimonianza preziosa di oltre un secolo di ciclismo".

Il sindaco Cavallero ricorda anche che la scuola risponde alle necessità di un Comune che negli ultimi anni ha incrementato ulteriormente la propria crescita demografica, raggiungendo i livelli di popolazione di mezzo secolo fa. "Un aumento dovuto all’immigrazione" dice Cavallero "Ma lo scorso anno, per la prima volta da molti decenni, le nascite hanno superati i morti".

 

Fonte: Ufficio Stampa Comune di Cosseria

 

 





Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza