Stagione lirica Fortezza del Priamar Savona

Debutto estivo il 20 giugno

Teatro Opera Giocosa di Savona - Stagione Lirica estate 2009
mercoledì 10 giugno 2009

STAGIONE 2009: LE GRANDI OPERE PUCCINIANE IN ESTATE
DOPPIO BARBIERE IN AUTUNNO
CONCERTI E UNA NUOVA PRODUZIONE PER LE SCUOLE

Il Teatro dell'Opera Giocosa di Savona-Teatro di Tradizione della Liguria, debutta a giugno con la stagione estiva, ospitata nella fortezza del Priamàr di Savona, oramai un punto di riferimento delle produzioni lirico musicali estive della Liguria. Ma la stagione, come consueto dal 2004, si sdoppierà e vedrà una parte autunnale presso il civico Teatro Chiabrera. Le stagioni dell'Opera Giocosa sono rese possibili grazie all'attenzione di sostenitori istituzionali, che affiancano il Ministero per i Beni e le Attività Culturali, quali il Comune di Savona, la Regione Liguria, la Fondazione A.De Mari, la Fondazione Carige e la Provincia di Savona. Significative e culturalmente sempre più premianti le collaborazioni che l'Opera Giocosa svolge regolarmente con altri Enti musicali di primissimo piano nazionale.

La stagione estiva, lo scorso anno ancor più gratificata da grandi affluenze di pubblico, dai turisti e dai giovani, debutterà il 20 giugno e vedrà la novità di un allestimento strutturale, sempre nella piazza del Maschio, ad opera di maestranze totalmente locali che negli scorsi anni avevano collaborato alle stagioni. Dopo alcuni anni, dunque, la stagione del'Opera Giocosa ha dato alla creatività locale l'opportunità di svilupparsi, creando lavoro. Il concerto inaugurale, sabato 20 giugno alle 21:30, sarà eseguito anche quest'anno dall'Orchestra e Coro della Fondazione Teatro Carlo Felice di Genova, evento che segna il consolidamento dei rapporti con il massimo ente ligure. Il programma della serata sarà all'insegna di grandi composizioni musicali delle "scuole" nazionali europee e dell'est. Programma che permetterà di valorizzare al meglio i complessi artistici dell'Ente genovese, diretti dal giovanissimo (classe 1981) emergente direttore Denis Vlasenko. 

La prima opera sarà Turandot, ultimo atto creativo, tragicamente interrotto, del genio di Giacomo Puccini, in scena venerdì 26 e sabato 27 giugno, ore 21:15, con allestimento e costumi di proprietà della Fondazione Teatro dell'Opera di Roma, una coproduzione tra i Teatri di Tradizione dell'Opera Giocosa di Savona, il Teatro Sociale di Rovigo, la Fondazione Teatro Goldoni - Cel di Livorno, il Teatro Comunale di Vicenza, il Teatro Comunale di Bolzano e il Centro Servizi Culturali S. Chiara di Trento. Turandot, con il finale classico di Alfano, sarà diretta da Oliver Von Dohnanyi alla guida dell'Orchestra Filarmonia Veneta "G. F. Malipiero", con la regia dell'estroso Henning Brockhaus, scene di Ezio Toffolutti. La compagnia di canto vedrà alternarsi nelle recite Lisa Livingston e Karmen Ribera nel ruolo del titolo; Chiara Angella (apprezzata Aida nella scorsa stagione) e Rachele Stanisci, si alterneranno nella giovane e trepidante Liù; Calaf sarà impersonato da Kamen Chanev e Park Sung Kyu (anche per lui un ritorno). Ping, Pong e Pang saranno Walter Franceschini, Max-Renè Cosotti e Cristiano Olivieri; il basso Timur, Elia Todisco; Altoum, Marco De Carolis; il Mandarino, Gianluca Breda; il Coro del Teatro Sociale di Rovigo sarà diretto da Giorgio Mazzucato. Presente anche la danza, con la Compagnia Fabula Saltica e le coreografie di Maria Cristina Madau. 

Il secondo concerto in coproduzione con l'Orchestra Sinfonica di Sanremo nella serata di mercoledì 1 luglio (ore 21:30) sarà dedicato alla celebrazione di due anniversari: il centenario della morte di Giuseppe Martucci (1856-1909) con l'esecuzione dei suoi pezzi più interessanti e fascinosi quali il "Notturno" e la "Canzone dei ricordi", poema su testo di Rocco Emanuele Pagliara, in prima esecuzione a Savona e il bicentenario della nascita di Mendelssohn (1809-1847), con uno dei suoi lavori più famosi quale la Sinfonia n.4 "Italiana".  Sotto la direzione di Giovanni Di Stefano canterà Giuseppina Piunti che torna a Savona dopo il successo della Carmen di alcuni anni fa. 

L'omaggio a Puccini prosegue con la seconda opera in programma: Madama Butterfly, con due recite, venerdì 10 e domenica 12 luglio (ore 21:15), in una nuova produzione del Teatro dell'Opera Giocosa con la regia scene e costumi di Stefano Monti, direttore  il giovane ma affermato Giampaolo Bisanti, con l'Orchestra Sinfonica di Savona e il Coro lirico Mascagni, sempre della nostra città, diretto da Franco Giacosa. Nel ruolo di Cio-cio-san il soprano Grazia Lee, al suo fianco Pinkerton sarà il giovane tenore Stefano La Colla; Suzuki sarà Daniela Innamorati, Carlos Bergasa impersonerà il console Sharpless; Gianluca Bocchino sarà Goro; Yamadori e il Commissario imperiale saranno interpretati da Daniele Girometti; lo Zio Bonzo dal basso Ilia Popov, infine Kate Pinkerton, Maria Catharina Smits. 

Ultimo concerto, fuori abbonamento, venerdì 24 luglio (21:30) con titolo "Passeggiando per Broadway", ad opera dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo, diretta da Gianna Fratta e con il soprano Gabriella Costa. Negli arrangiamenti di Luciano Di Giandomenico, si ascolteranno brani da Musical, firmati da Gershwin, Bernstein, Andrew Lloyd Webber, Claude-Michel Schönberg, che sono oramai grandi classici della musica del ‘900. 

La Stagione Autunnale al Teatro Comunale G. Chiabrera si aprirà il 3 ottobre 2009 con un recital inedito ad opera di Sonia Bergamasco e di Emanuele Arciuli, il pianista più interessante della generazione dei quarantenni, presente nelle maggiori sale da concerto di più continenti e che affianca al repertorio classico una notevole attenzione alla musica contemporanea con contaminazioni in chiave filosofica e letteraria. Nella serata savonese, oltre a interpretare rare e divertenti composizioni pianistiche di Rossini, offrirà un melologo di Richard Strauss "Enoch Arden" su testo di Alfred Tennyson con la traduzione italiana e adattamento di Bruno Cagli; la voce sarà quella della bravissima e nota attrice Sonia Bergamasco presente nel panorama teatrale italiano grazie alla sua versatilità e alla sua preparazione sia in campo teatrale che musicale. 

Il 9 e il 10 ottobre torna sul palcoscenico del Teatro Chiabrera, assente dal 2000, il popolarissimo titolo Il Barbiere di Siviglia di Gioachino Rossini, allestimento del Teatro dell'Opera Giocosa, a cura del regista Francesco Torrigiani e della scenografa Greta Podestà. Il Barbiere rossiniano sarà coprodotto dal Teatro dell'Opera Giocosa, dai Teatri di tradizione del Giglio di Lucca, Sociale di Rovigo e Donizetti di Bergamo, i quali metteranno in scena lo spettacolo dopo Savona. Diretti da Elio Boncompagni, a capo dell'Orchestra Sinfonica di Sanremo e del Coro lirico Mascagni di Savona guidato da Franco Giacosa, nel ruolo di Rosina si alterneranno i mezzosoprano Annarita Gemmabella e Geraldine Chauvet; in quello di Figaro, Carlos Bergasa e Filippo Bettoschi; nel Conte d'Almaviva, Mario Alves e Francesco Marsiglia; in Don Bartolo, Domenico Colaianni e  Marco Filippo Romano; per Don Basilio, Enrico Giuseppe Iori e Aleksandar Stefanoski; Berta, Marta Calcaterra, Fiorello, Daniele Girometti. Per il mondo della scuola, Il Barbiere andrà in scena il 6 e il 7 ottobre. 

L'opera di Rossini sarà affiancata, subito dopo, l'11 ottobre, dal Barbiere di Siviglia questa volta di Giovanni Paisiello che verrà allestito dal Teatro dell'Opera Giocosa, proprio per presentare al pubblico il capolavoro del compositore pugliese su libretto di Giuseppe Petrosellini. La compagnia di canto sarà formata da artisti liguri già affermati in campo nazionale. Il  M° Giovanni Di Stefano dirigerà l'Orchestra Sinfonica di Savona.  Questa produzione vedrà l'esecuzione della nuova versione critica di Francesco Paolo Russo effettuata sull'autografo custodito nella Biblioteca del Conservatorio Rimskjj-Korsakov di San Pietroburgo dove è stata effettuata la prima esecuzione assoluta. 

Proseguirà nel corso dell'anno l'oramai collaudato Progetto scuole, diretto da Gustavo Malvezzi e da Maurizio Sguotti. Quest'anno ci sarà un'estensione del progetto alle scuole primarie, grazie soprattutto alla messa in scena dell'opera Il vestito nuovo dell'imperatore (22 e 23 ottobre), con musiche di Paolo Furlani su libretto di Gianni Rodari da Hans Christian Andersen, commissionata dalla Fondazione Teatro Carlo Felice e coprodotta dalla Fondazione Carlo Felice, Opera Giocosa di Savona e Fondazione Luzzati - Teatro della Tosse. L'opera narra le gesta di un imperatore vanitoso, attento solamente al suo aspetto esteriore, che viene raggirato da alcuni sarti imbroglioni che vogliono vendergli un prodigioso tessuto invisibile. La composizione prevede la partecipazione di tre cantanti principali cui si aggiungeranno personaggi interpretati da ragazzi del Coro di voci bianche del Teatro Carlo Felice di Genova diretto da Gino Tanasini. L'Orchestra della Fondazione Teatro Carlo Felice sarà diretta da Federico Longo, giovane e valente direttore già apprezzato nella passata stagione dell'ente genovese, la regia sarà a cura di Enrico Campanati.

 

Fonte:
Alessandro Acquarone
335/5930470

 

Puccini Maiko Ichifuku  Poster Turandot


RivieraLigure.it consiglia:
Centro Revisioni Paip Centro Revisioni Paip
Centro di collaudo e revisioni autovetture, motocicli e autocarri
Agriturismo Tre Santi Agriturismo Tre Santi
Immerso negli olivi nel tipico paesaggio ligure
Albergo Nazionale Albergo Nazionale
In pieno centro, sotto i bellissimi portici che conducono al porto turistico
Mare Hotel Mare Hotel
Albergo 4 stelle gode una impareggiabile posizione sul mare.


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza