Festival di Sanremo

Sanremo 2014: il resoconto della prima serata

Festival di Sanremo 2014
mercoledì 19 febbraio 2014

Anche se con qualche intoppo di troppo, si conclude la prima serata sanremese. Come ogni anno al debutto non mancano le sorprese e i colpi di scena. Fabio Fazio entra in scena, con fare molto pacato e soft si accinge a parlare del tema principale del Festival, la bellezza, ma ecco che a bloccare il presentatore genovese ci sono due lavoratori del bacino Napoli-Caserta che minacciano di lanciarsi dal balcone del teatro se non viene ascoltato il loro grido di difficoltà racchiuso in una lettera disperata.

Fabio Fazio saggiamente placa gli animi e riesce a proseguire tra lo stupore del pubblico. Viene ricordato, in occasione del suo compleanno Fabrizio De André, con un omaggio di Luciano Ligabue e Mauro Pagani che interpretano Creuzà de Mà. Arisa è la prima ad esibirsi, passa con il brano “Controvento”, successivamente il rapper Frankie Hi- Nrg con la sua ottima “Pedala” si aggiudica il turno successivo.

La voce storica, ed angelica allo stesso tempo, di Antonella Ruggiero sembra far fermar il tempo con la sua “Da Lontano”, pezzo pregevole che si qualifica per il prossimo turno, il jazz man Raphel Gualazzi in coppia con l’enigmatico The Bloodt Beetroots si qualifica con l’elettro-pop “Liberi o no”, Cristiano De André figlio del grande Faber dà spessore alla gara con il suo fine cantautorato, due brani d’autore, passa con “Il cielo è vuoto”. Frizzanti, vivaci e scintillanti i torinesi Pertubazione, che con la loro “L’Unica” si candidano a nuovo ciclone radiofonico.

Giusy Ferreri chiude la prima serata portando due pezzi firmati da Roberto Casalino e Verrietti, arrangiamento e testi funzionano bene, costruiti prettamente per il Festival, passa con il brano “Ti porto a cena”.

Per quanto riguarda i presentatori, stupisce Laetitia Casta per la sua grazia e bellezza, la Littizzetto per la sua comicità da palco e Fabio Fazio per il suo ostentato self-control.

Tra gli ospiti Yusuf Cat Stevens che ha emozionato con la sua leggendaria “Father and Sons” e Raffaella Carrà che con la sua disco music italiana ha fatto ballare la platea. Gli omaggi a Enzo Jannacci e Roberto “Freak” Antoni da parte di Fazio e dell’ Orchestra del Festival hanno ricordato due personaggi che hanno contribuito, ognuno con la propria creatività, a inventare nuove strade nella musica italiana.

Le canzoni che passano il turno

Arisa con "Controvento"
Frankie Hi-Ngr Mc con "Pedala"
Antonella Ruggiero con "Da Lontano"
Raphael Gualazzi & The Bloody Beetrots con "Liberi o no"
Cristiano De Andrè con "Il cielo è vuoto"
Pertubazione con "L’unica"
Giusy Ferreri con "Ti porto a cena con me"



RivieraLigure.it consiglia:
Hotel Eletto Hotel Eletto
Il vostro hotel ideale a 100 mt dal casinò ed al centro della città
Hotel Napoleon Hotel Napoleon
Albergo dall'aria familiare, immerso nel verde
Hotel Marinella Hotel Marinella
Un moderno albergo tra i 2 porti e a pochi passi dal mare
Hotel Cortese Hotel Cortese
A 50 mt dal mare e recentemente ristrutturato


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza