Festival Recco in Musica

L'ultimo appuntamento domenica 6 dicembre

venerdì 4 dicembre 2009

Il Festival Recco in Musica, che quest’anno sta riscuotendo un grande successo di pubblico, è giunto al suo ultimo appuntamento domenica 6 dicembre (sempre all’Oratorio S-. Martino, alle 17); il filo conduttore della rassegna è stato il pianoforte, presentato nelle sue varie possibilità: solista, per duo a quattro mani, nel classico duo con violoncello e, per quest’ultimo concerto, in “versione Jazz”, affiancato al clarinetto (che del Jazz è uno degli strumenti principe). con due nomi famosi nel panorama musicale internazionale, il clarinettista Alfredo Ferrario e il pianista Paolo Alderighi.

Omaggio a B.Goodman” è il titolo del concerto: un omaggio, a cento anni dalla nascita, al grande jazzista americano, clarinettista, compositore e direttore d’orchestra. E’ ritenuto il più importante protagonista dello Swing e molti critici sono oggi dell'avviso che Goodman ha avuto lo stesso significato per il Jazz e lo Swing come per esempio Elvis Presley per il Rock'n'Roll. Specialmente negli anni Trenta ebbe grandi successi con la sua Big Band in cui unì per la prima volta musicisti bianchi e di colore: Benny Goodman aveva infatti l'obiettivo di avvicinare il giovane pubblico bianco alla musica "nera" e ha quindi contribuito indirettamente ma sensibilmente a superare la discriminazione razziale negli USA. Anche per questo, oggi è ricordato come "King of Swing" e la sua grandezza merita il riconoscimento non solo del mondo Jazz ma anche di tutti gli appassionati di musica classica. Per questo il Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso, che, col contributo del Comune di Recco, organizza la rassegna, ha voluto inserire questo programma accanto agli altri di stampo prettamente “classico” e ne ha affidato l’esecuzione a due grandi musicisti.

Alfredo Ferrario, dotato di sensibilità, tecnica strumentale e grande gusto jazzistico, è considerato tra i migliori clarinettisti swing in circolazione da alcuni anni in Europa. Ha studiato musica classica al conservatorio di Milano, rimanendo tuttavia affascinato da subito ed istintivamente dal mondo musicale dello swing. Sotto la guida di Paolo Tomelleri ha perfezionato le sue doti solistiche e ha iniziato a frequentare i festivals di jazz tradizionale sparsi in tutto il mondo, collaborando con artisti storici come Sammy Price e Ralph Sutton. Nel 2005 al Festival di Breda ha vinto il premio come miglior solista ed è stato invitato al Festival di Kobe in Giappone. Ha suonato in USA, Finlandia, Norvegia, Danimarca, Svezia, Spagna, Francia, Svizzera, Olanda e Belgio. Tra le formazioni stabili di cui fa parte da alcuni anni ci sono: Born to swing quartet, Ticinum Jazz Band, Louis Armstrong tribute all stars, Stringology, Italian Dixieland All Stars, Clarinet Summit. Ha collaborato e tuttora collabora con colleghi prestigiosi come Andrea Dulbecco, Rossano Sportiello, Stefano Bagnoli, Paolo Tomelleri, Carlo Bagnoli, Riccardo Zegna, Dado Moroni e molti altri e ha al suo attivo molte incisioni; tra le più recenti il cd di Stefano Bagnoli “A Jazz Story”, “Stringology” di Roberto Colombo, “Blue Napoli” e “ Made in Italy “ di Luciano Milanese.

Paolo Alderighi può essere considerato un vero enfant prodige del jazz italiano e oggi, a soli 29 anni, ha già al suo attivo una ricca carriera internazionale. Ha iniziato lo studio del pianoforte al Conservatorio G. Verdi di Milano diplomandosi a diciannove anni. Dopo una breve attività in ambito classico, si è dedicato alla musica jazz. Premiato quale “miglior giovane talento” in Olanda al Breda Jazz Festival nel 2004, a seguito del quale è stato invitato 5 volte in Giappone, ha recentemente partecipato al “Premio Nazionale delle Arti 2007 – sezione Jazz” indetto dal Ministero dell’Università e della Ricerca, ricevendo un Premio Speciale della Giuria, composta dal M° Giorgio Gaslini, Paolo Fresu e Angelo Lazzeri. Si esibisce come solista e in varie formazioni, collaborando con musicisti di fama mondiale nell’ambiente jazzistico, come John Allred, Carlo Bagnoli, Dan Barrett, Gianni Basso, Franco Cerri, Tullio De Piscopo, Dick Hyman, Tom Kirkpatrick, Eiji Kitamura, Ed Metz jr., Luciano Milanese, Lino Patruno, Paolo Tomelleri, Bob Wilber, Engelbert Wrobel, ..., suonando in Italia, Francia, Svizzera, Germania, Olanda, Spagna, Irlanda, Gran Bretagna, Ungheria, Malta, Australia e Giappone. Definito “il miglior pianista jazz emergente a livello internazionale”, è arrivato al secondo posto nel referendum “Top jazz 2007” indetto dalla rivista Musica Jazz nella categoria “Miglior nuovo talento” e al primo posto nel concorso a giuria popolare “Italian Jazz Awards 2008” nella categoria “Brand New Jazz Act”.

Ricordiamo che al termine del concerto sarà possibile cenare insieme a musicisti e organizzatori presso il ristorante Alfredo, a prezzo promozionale.

Ingresso al concerto: € 8 - INFO: 0185-771159 - 0185-770703 - 338-6026821

web: www.gpmusica.info



Fonte:
Silvia Bonuccelli

Alfredo Ferrario Paolo Alderighi


RivieraLigure.it consiglia:
Hotel Elena Hotel Elena
Avvolto in una atmosfera romantica e moderna, a pochi passi dal mare e dal centro della capitale gastronomica della Liguria, l' hotel di Recco sorge, dal 1949, da un'antica villa di fine 800.
Albergo Da O VIttorio Albergo Da O VIttorio
Già all'inizio del secolo era consuetudine ritrovarsi dal Vittorio, osteria di campagna col gioco da bocce ed il pergolato fresco.


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza