Festival Camogli in musica

Il programma della stagione invernale

sabato 10 gennaio 2009

Qualità e varietà distinguono la stagione invernale del Festival Camogli in Musica 2009:
 dalla musica classica pura alla musica dell'operetta, a quella del teatro e del cinema, più a contatto con la vita e il nostro tempo. 

Inizia il nuovo "anno musicale" del Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso. Come già nel 2007, anche quest'anno per i mesi invernali verrà riproposta la formula dei concerti pomeridiani al San Giuseppe di Ruta, con aperitivo al termine e cena a seguire: una formula che ha avuto molto successo dal punto di vista organizzativo perché l'orario delle 16.30 ben si combina con gli orari delle corriere da e per Camogli, Recco, Santa Margherita, Rapallo; inoltre, il momento conviviale dell'aperitivo, realizzato grazie alla collaborazione delle Focaccerie di Camogli e dell'Ascot, e delle riuscitissime cene dopo concerto con la partecipazione del Bar Nicco, del Ristorante Pizzeria Pizzo e della Taverna del Duca, permettono al pubblico anche un momento di incontro sociale e di approfondimento, per la possibilità di condividerlo con i musicisti e gli organizzatori. Ma, ovviamente, a richiamare il pubblico sarà soprattutto il programma presentato, contraddistinto da qualità è varietà: "Ancora una volta - dice il direttore artistico Luciano Lanfranchi - la varietà dei programmi, oltre naturalmente al loro valore artistico, è stata l'elemento informatore della nostra stagione invernale: tre concerti prettamente classici dove abbiamo puntato su giovani già collaudati da vittorie in concorsi di prestigio, con impegnativi programmi, dalla prima scuola viennese di Haydn (di cui ricorre il bicentenario della morte), di Mozart e Beethoven, alla prima metà del 900 con Prokofiev e Ravel, passando attraverso grandi capolavori romantici di Chopin, Schumann e Brahms. Parallelamente a questo percorso tradizionale, abbiamo sviluppato un altro itinerario in cui la musica accompagna, caratterizza ed esalta l'immagine e l'azione: così è per la canzone da film, protagonista del concerto del 15 febbraio "La voce e lo schermo", tale è ancora la piccola lirica dell'Operetta nel concerto del 15 marzo, tale infine la canzone del teatro brechtiano, protagonista dell'ultimo appuntamento del 29 marzo".

Gli ingressi sono di 12 Euro l'intero e 8 Euro il ridotto per i Soci GPM e i giovani: "prezzi immutati da quando è entrato in vigore l'Euro!" fa notare la Presidente del GPM Laura Peccerini, che si augura un folto pubblico già dal primo concerto, 25 gennaio, con il Trio Maurice (Livio Salvatore Troiano al violino, Gianluca Muzzolon al violoncello eAlberto Carnevale Ricci, pianoforte);  nato nel 2005 dal desiderio di tre giovani musicisti di esprimere il loro talento attraverso l'importantissima esperienza della musica da camera, perfezionatosi col Trio di Parma, col Trio di Trieste e alla Scuola di Fiesole, vincitore di prestigiosi premi in concorsi internazionali, il Trio Maurice ha tenuto concerti in tutta Italia e all'estero, sempre con ampi consensi; al Festival Camogli in Musica propone tre capolavori della letteratura per questa formazione: il Trio in Si maggiore di Brahms, il Trio in Do maggiore K 548 di Mozart e il Trio in La maggiore di Ravel.

Il Festival prosegue domenica 1 febbraio con il pianista Niccolò Ronchi, giovane talento pluripremiato in decine di concorsi prestigiosi che ha già al suo attivo la registrazione di un cd e svolge attività concertistica sia come solista che con orchestra; apprezzato per il suo "pianismo schietto e pulito", presenterà un programma che percorre la letteratura pianistica dal ‘700 al ‘900. Il 15 febbraio La Voce e lo Schermo, una piccola storia del rapporto fra canzone (quindi voce) e cinema, legame forte e indissolubile che ha accompagnato l'intera evoluzione cinematografica: uno dei migliori studiosi della musica applicata all'immagine, autore di musiche per teatro, cinema e televisione, Luigi Giachino, e la voce calda e piena di colori di Silvana Silbano, per questo spettacolo sulle canzoni più famose della storia del cinema, accompagnate dai filmati originali. Il 1° marzo un altro pianista, Viller Valnonesi  "un giovane che, pur avendo l'atletismo dei vent'anni, possiede la maturità di un quarantenne e uno stile ineccepibile": così la critica su questo giovane pianista che presenterà tre grandi autori, tre capolavori, tre stili differenti, che ne evidenzieranno le doti esecutive ed interpretative (Kreisleriana di Schumann,  Gaspard de la nuit di Ravel e la Barcarola op. 60 di Chopin). Il 15 marzo il trio formato da Silvia Felisetti, soubrette e soprano, Alessandro Brachetti, comico e Angiolina Sensale, pianista, proporranno Profumo di operetta: più che un concerto, uno spettacolo, che ripropone il più autentico clima della piccola lirica in versione cameristica. Comico e soubrette, con costumi di scena, propongono scene complete delle più celebri operette italiane e danubiane, in un percorso virtuale nella fantasia e nel fascino (in)discreto della bell'Epoque. Per l'ultimo appuntamento, l'attrice e cantante Elena Arcuri, con Nicola Montenz al pianoforte, presenteranno lo spettacolo Pensando a Brecht, dedicato alla complessa figura del drammaturgo tedesco: attraverso canzoni composte dai suoi più fedeli collaboratori, Kurt Weill e Hanns Eisler, ed estratti poetici da momenti diversi della sua produzione, attraverso atmosfere e stili eterogenei e sempre intriganti, a partire dalla celeberrima Opera da tre soldi, emergeranno i diversi volti di un autore particolarmente attuale e umano nel senso più profondo del termine.

Ai sei concerti in calendario si aggiunge (con ingresso ad offerta libera) un appuntamento dedicato ai diplomandi del Conservatorio Paganini: il 6 febbraio, alle ore 21, Maurizio Mura, pianoforte, allievo del M.° Franco Trabucco, presenterà in pubblico il programma del suo esame di diploma. 

SEGUE IL CALENDARIO DETTAGLIATO

Domenica 25 gennaio - ore 16.30 
TRIO MAURICE
Livio Salvatore Troiano, violino
Gianluca Muzzolon, violoncello
 
Alberto Carnevale Ricci, pianoforte 

Nato nel 2005 dal desiderio di tre giovani musicisti di esprimere il loro talento attraverso l'importantissima esperienza della musica da camera, perfezionatosi col Trio di Parma, col Trio di Trieste e alla Scuola di Fiesole, vincitore del I° Premio Assoluto e premio speciale del pubblico al XII° Concorso "Giulio Rospigliosi" ed al VII° Concorso "Riviera Etrusca", il Trio Maurice ha tenuto concerti in tutta Italia e all'estero, sempre con ampi consensi. Al Festival Camogli in Musica propone tre capolavori della letteratura per questa formazione. 
J. Brahms: Trio in Si magg. op. 8 W. A. Mozart: Trio in Do magg. K 548 / M. Ravel: Trio in La magg. 

Domenica 1 febbraio - ore 16.30
NICCOLO' RONCHI pianoforte 

Un giovane pianista, vincitore di ben 41 primi premi in concorsi nazionali ed internazionali, che ha già al suo attivo la registrazione di un cd e svolge attività concertistica sia come solista che con orchestra; apprezzato per il suo "pianismo schietto e pulito", presenta un programma che percorre la letteratura pianistica dal ‘700 al ‘900. F. J. Haydn: Sonata Hob. XVI 52 / L.v. Beethoven: Sonata op. 10 n. 2 F. Chopin: Notturno op. 27 n. 2, Impromptu op. 66 J. Brahms: Variazioni Paganini, II Libro / S. Prokofiev: Toccata op. 11 

Venerdì 6 febbraio - ore 21
CONCERTO DI DIPLOMA
Appuntamento fuori stagione (ingresso ad offerta libera)
MAURIZIO MURA pianoforte
(allievo del M.° Franco Trabucco al Conservatorio Paganini di Genova)
presenta in pubblico il programma del suo esame di diploma 
I.Strawinski: Sonata (1924) / J. Brahms: Rapsodia op. 119
L. van Beethoven: Sonata op. 78 / R.Schumann: Studi Sinfonici op. 13 

Domenica 15 febbraio - ore 16.30
SILVANA SILBANO, mezzo soprano
LUIGI GIACHINO, pianoforte 

La Voce e lo Schermo
Una piccola storia del rapporto fra canzone, e quindi voce, e cinema, legame forte e indissolubile che ha accompagnato l'intera evoluzione cinematografica. 
Uno dei migliori studiosi della musica applicata all'immagine, autore di musiche per teatro, cinema e televisione, Luigi Giachino, e la voce calda e piena di colori di Silvana Silbano, per questo spettacolo sulle canzoni più famose della storia del cinema, accompagnate dai filmati originali.

 

C. Chaplin: Smile (dal film "Tempi Moderni")

F. Loewe: I could have dance all night (dal film "My fair Lady")

M. Steiner: As time goes by (dal film "Casablanca")

L. Bernstein : Somewhere e I feel pretty (dal film "West side story")

H. Arlen: Over the rainbow (dal film "Il Mago di Oz" )

G. Bizet: Habanera (dal Filmopera Carmen)

G. Gershwin: For you, for me, for evermore (dal film "The shocking miss pilgrim")

J. Kern: Smoke gets in your eyes (dal film "Roberta")

J. Goldsmith: I am with you (dal film "The Russia house")

E. Morricone: C'era una volta il west (vocalizzo dal film omonimo)

J. Kander: Cabaret (dal film omonimo)

J. Horner: My hearth will go on (dal film "Titanic")

J. Kander: New York, New York (dal film omonimo)  

Domenica 1 marzo - ore 16.30
VILLER VALBONESI pianoforte 

"E' raro ascoltare un giovane che, pur avendo l'atletismo dei vent'anni, possiede la maturità di un quarantenne e uno stile ineccepibile": così la critica su questo giovane pianista, pluripremiato in importanti concorsi internazionali, che ha già al suo attivo una ricca e brillante carriera concertistica. Presenta tre grandi autori, tre capolavori, tre stili differenti, che ne evidenzieranno le doti esecutive ed interpretative. R. Schumann: Kreisleriana op. 16  (Fantasie per pianoforte) M. Ravel: Gaspard de la nuit F. Chopin: Barcarola op. 60 

Domenica 15 marzo - ore 16.30
TRIO ALLEGRO MA NON TROPPO
Silvia Felisetti, soubrette e soprano
Alessandro Brachetti, comico
Angiolina Sensale, pianista 

Profumo di operetta

Più che un concerto, uno spettacolo, che ripropone il più autentico clima della piccola lirica in versione cameristica. Comico e soubrette, con costumi di scena, propongono scene complete delle più celebri operette italiane e danubiane, in un percorso virtuale nella fantasia e nel fascino (in)discreto della bell'Epoque.

F.Lehar

Fox delle gigolettes  da "La danza delle libellule"

Vilja e Tace il labbro da "La vedova allegra"

E. Kallman: Ma senza donne  da "La principessa della Czarda"

Lombardo-Ranzato

Frou frou da " La duchessa del Bal Tabarin"

O Cin-ci-là da "Cin ci là" e Luna tu da "Il paese dei campanelli"

R.Stolz: Sigismondo e Duetto "s"  da "Al cavallino bianco"

A.Costa: Napoletana e Salomè da "Scugnizza" 

Domenica 29 marzo - ore 16.30
ELENA ARCURI, voce e attrice
NICOLA MONTENZ, pianoforte 

Pensando a Brecht

Lo spettacolo presenta gli aspetti più e meno noti della complessa figura del drammaturgo tedesco, attraverso canzoni composte dai suoi più fedeli collaboratori, Kurt Weill e Hanns Eisler, ed estratti poetici da momenti diversi della sua produzione. Attraverso atmosfere e stili eterogenei e sempre intriganti, a partire dalla celeberrima Opera da tre soldi, emergeranno i diversi volti di un autore particolarmente attuale e umano nel senso più profondo del termine. 

B. Brecht- K. Weill

Moritat /  Sotto le querce di Potsdam / La ballata della schiavitù sessuale

Jenny dei pirati / La leggenda del soldato morto

 B. Brecht- H. Eisler

Un cavallo si lamenta / Kälbermarsch (La marcia dei vitelli)/ La canzone della Moldava 

INFORMAZIONI: 0185-771159  -  0185-770703  -  338-6026821

e.mail: gpmusica@libero.it  - web site: www.gpmusica.info

 

Fonte: Silvia Bonuccelli 

 



RivieraLigure.it consiglia:
Hotel Portofino Kulm Hotel Portofino Kulm
4 stelle a Camogli: Panorama esclusivo
Hotel Cenobio dei Dogi Hotel Cenobio dei Dogi
Ospitalità e stile richiamano all’ Hotel Cenobio dei Dogi chi sa apprezzare lo charme di uno degli angoli più affascinanti della riviera ligure di levante.


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza