Festival Camogli in musica

Domenica 29 marzo al Teatro S.Giuseppe

Elena Arcuri
sabato 14 marzo 2009

Il teatro di Brecht protagonista dell'ultimo appuntamento invernale del Festival Camogli in Musica. 

Con domenica 29 marzo, il Festival Camogli in Musica chiude la sua sezione invernale: "Finora abbiamo registrato un buon successo, - dice il direttore artistico del Gruppo Promozione Musicale Golfo Paradiso, Luciano Lanfranchi - dovuto soprattutto ai programmi presentati, contraddistinti da qualità è varietà: concerti prettamente classici con impegnativi programmi, alternati ad altri meno tradizionali in cui la musica ha accompagnato l'immagine e l'azione, come è stato per la canzone da film, protagonista del concerto del 15 febbraio, e per la piccola lirica dell'Operetta nel concerto del 15 marzo, e tale infine sarà ancora per la canzone del teatro brechtiano, protagonista del prossimo e ultimo appuntamento del 29 marzo". "Pensando a Brecht" è infatti uno spettacolo che presenterà gli aspetti più e meno noti della complessa figura del drammaturgo tedesco attraverso le più famose canzoni composte dai suoi fedelissimi collaboratori, Kurt Weill e Hanns Eisler, ed estratti poetici da momenti diversi della sua produzione. Attraverso atmosfere e stili eterogenei e sempre intriganti, a partire dalla celeberrima Opera da tre soldi, emergeranno i diversi volti di un autore particolarmente attuale e umano nel senso più profondo del termine. Sarà un percorso di musica e di poesia, ma soprattutto un percorso di emozioni, re­so possibile, oltre che dall'intensità delle liriche brechtiane e delle musi­che, anche dalla sensibilità interpreta­tiva dei due protagonisti, la cantante e attrice Elena Arcuri e il pianista Nicola Montenz, due interpreti che si contraddistinguono non solo per le loro indiscutibili doti musicali, ma anche per la capacità di calar­si appieno nei panni degli "antieroi" delle opere brechtiane. Si potranno così gustare appieno (grazie anche alla versione in italiano di quasi tutti i testi) la bellezza ed il significato di pagine stupende, come MoritatSotto le querce di Potsdam,  La ballata della schiavitù sessua­le, o Jenny dei pirati, o La leggenda del soldato morto, o ancora la Kälbermarsch o La canzone della Moldava

Elena Arcuri è attrice e cantante. Diplomata in Canto al Conservatorio. Nicolini di Piacenza, alterna l'attività di prosa a esecuzioni musicali (lirico contemporaneo, musical, operetta e jazz). Ha partecipato a festival internazionali di musica e teatro fra cui: Spoleto Festival dei due Mondi, Santarcangelo dei Teatri, Biennale di Musica Contemporanea di Zagabria, MilanoOltre, Terror Vocis rassegna di Nuova Consonanza e Tempo Reale, Outis rassegna di drammaturgia contemporanea. Ha realizzato anche molte incisioni, tra cui "Caffè caffè" di Gianni Bella, (prodotto da G. Bella, edizioni Ricordi), "Canti senz'ordinale" di Attilio del Re (edizioni Stradivarius), "Geronimo Stilton e il mistero del tesoro scomparso" (edizioni Piemme) e la Collana di fiabe sonore Bimbinfiaba (Sfera editore, RCS). Svolge attività didattica di tecnica della voce parlata e cantata.

Nicola Montenz ha iniziato giovanissimo lo studio del pianoforte; diplomato in Organo e Composizione organistica, ha studiato in seguito Composizione Principale e Direzione d'orchestra. Ha approfondito lo studio della musica barocca con Ton Koopman presso il Bach-Archiv di Lipsia. Intensa la sua attività concertistica in gruppi da camera, attraverso cui ha cercato di diffondere la musica di Kurt Weill, con particolare attenzione a quella dell'«esilio» parigino. Parallelamente agli studi musicali ha condotto quelli umanistici, conseguendo la laurea in Lettere Classiche presso l'Università Statale di Milano, e perfezionandosi poi presso l'Università Cattolica della stessa città, dove ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Filologia e Letteratura greca e latina. Nel 2006 ha pubblicato per le edizioni PeQuod il romanzo Gli specchi di cenere (selezione del Premio Bagutta Opera Prima) e nel 2008 con RCS  nella Collana Le mongolfiere  ha curato e tradotto "L'Odiatore della Barba" di Giuliano l'Apostata.

Ricordiamo che al concerto si aggiunge il momento conviviale dell'aperitivo, offerto grazie alla collaborazione delle Focaccerie di Camogli e Ascot, e della cena dopo concerto, insieme a musicisti ed organizzatori.

L'ingresso è di € 12 l'intero e 8 il ridotto (per Soci GPM e giovani).

INFO: 0185-771159  -  0185-770703  -  338-6026821 -  web: www.gpmusica.info




Fonte:
Silvia Bonuccelli



RivieraLigure.it consiglia:
Hotel Portofino Kulm Hotel Portofino Kulm
4 stelle a Camogli: Panorama esclusivo
Hotel Cenobio dei Dogi Hotel Cenobio dei Dogi
Ospitalità e stile richiamano all’ Hotel Cenobio dei Dogi chi sa apprezzare lo charme di uno degli angoli più affascinanti della riviera ligure di levante.


Link sponsorizzati


 

Iscriviti gratis! Contattaci

Ricerca l'hotel per la tua vacanza